Dopo la pioggia di squalifiche arrivata per quanto accaduto nel post partita contro l’Olimpia Regium, in casa Cdm Genova l’euforia della bellissima vittoria contro la capolista ha lasciato un po’ il posto all’amarezza per le decisioni del Giudice Sportivo che ha fermato per tre turni ben quattro giocatori della squadra di Stefano Pinto.

«E’ un conto pesante quello che paghiamo – afferma il direttore sportivo della Cdm Michele Lombardo – anche perché si tratta di giocatori che per noi sono tutti molto importanti. In particolare Ortisi, sia per la sua esperienza e sia per quelle che sono ancora le condizioni fisiche di Raul, non ancora al meglio dopo un infortunio alla caviglia. Adesso che anche lui sarà squalificato per tre turni, diventa tutto più difficile».

La speranza, in casa Cdm, è riposta nel ricorso che è stato presentato per provare almeno a ridurre le squalifiche. «Abbiamo in mano gli atti dei referti – prosegue Lombardo – e speriamo di riuscire a far capire al Giudice Sportivo che aver punito tutti allo stesso modo è stato un errore, visto che qualcuno dei nostri si è trovato in mezzo solo perché è andato a separare i veri litiganti».

Al di là di quanto deciderà la giustizia sportiva, comunque, queste squalifiche restano un duro colpo. «Fanno sicuramente male, perché così richiamo di gettare al vento tutto quello che è stato fatto in questa prima parte di campionato e perché, visti gli incroci del prossimo turno, già da sabato sera potresti ritrovarti in testa alla classifica. Vediamo e aspettiamo. La squadra è stata allestita per poter far fronte a qualunque evenienza e sono certo che abbia le forze per superare anche questa difficoltà».