MUNDIALITO LE SEMIFINALI:
Le Immagini DOMENICA 26 giugno ore 19.22 su TELENORD canale 13 digitale terrestre.
Penultimo atto della grande e bella manifestazione sportiva del MUNDIALITO. Ecuador (Nella FOTO subito dopo il gol)  Argentina
image
e Spagna-Tunisia le due gare che abbiamo seguito.
In finale ECUADOR e SPAGNA si giocheranno il trofeo.

ECUADOR – ARGENTINA: 2-0 (Moreno Alex, Barrera Angel)
ECUADOR:
1 Lemus, 2 Reyes, 3 Carreno, 4 Vera Alvarado, 5 Moreno Roberto, 6 Jauch, 7 Barrera, 8 Saverio Anderson, 9 Moreno Alex, 10 Neira, 11 Vera Angulo, 17 Betancourt.
ARGENTINA:
1 Nava, 2 Brusacà, 3 Damiani, 4 Valle Federico, 5 Garibaldi, 6 Bottino, 7 Mortari, 8 Parodi, 9 Martino Nicolò, 10 Marrale Oscar.
Gran bella gara quella disputata tra Ecuador e Argentina.
L’Ecuador nella prima frazione di gioco ha avuto più di una occasione per portarsi in vantaggio.
Nella seconda frazione di gioco l’Argentina sembrava essere più in palla e chiudeva nella propria metà campo l’Ecuador che alla prima ripartenza faceva male Moreno Alex veniva servito spalle alla porta in mezzo a 4 maglie biancocelesti, ma l’attaccante era abilissimo a girarsi in un fazzoletto e a superare Nava per il gol del vantaggio.
L’Ecuador non rischiava più niente e quasi allo scadere raddoppiava grazie a Barrera il quale era il più lesto a raccogliere il tiro di Moreno stampatosi sulla traversa, e a mettere in rete.
Subito dopo Moreno Roberto scaglia un diagonale che sibila l’incrocio e termina fuori.
Triplice fischio finale ed EQUADOR in finale!!!


SPAGNA – TUNISIA 4-1
(Merialdo, Sighieri 3) (Di Somma)
SPAGNA:
1 Corallo Francesco, 2 Lombardo, 3 Sanna Christian, 4 Perazzo, 5 Iacopino, 6 Corallo Luca, 7 Merialdo Federico, 9 Raiola Stefano, 10 Sighieri, 11 Anselmi.
TUNISIA:

1 Rivera, 2 Blondet, 3 Moro, 4 Di Somma, 5 De Vecchi, 6 Cannella, 7 Costantino, 8 Carlevaro, 9 Minardi, 10 De Vecchi, 11 Akkari.

Seconda semifinale a ritmi molto più blandi partita blindata dove nessuna delle due squadre ha supremazia sull’altra. L’equilibrio viene rotto alla prima conclusione in porta della Spagna che si porta grazie al tiro Merialdo dopo una bella azione manovrata.
La Tunisia replica con un tiro dalla distanza di De Vecchi che si perde di poco alto.
Ma è la Spagna ad andare vicina al raddoppio, Anselmi innesca Raiola pronto il tiro del bomber, da campione la parata di Rivera.
Nel finale di primo tempo Di Somma, per la Tunisia, raccoglie una corta respinta e scarica un tiro che deviato mette fuori causa Corallo che per sua fortuna vede sfilare la palla fuori di poco, mentre Raiola, per la Spagna, calcia altissimo un rigore in movimento, più precisa la conclusione di Merialdo che si vede respingere la conclusione da Rivera. Termina così il 1° tempo.
Nel 2° tempo ci vogliono sol 20 secondi per permettere a Di Somma di tirare fuori dal cilindro il solito coniglio che porta al pari la Tunisia. Tiro dalla distanza leggera deviazione di un difensore e Corallo é battuto.
La Spagna passa di nuovo in vantaggio in maniera fortunosa al 9° del secondo tempo: la conclusione di Perazzo, destinata fuori, si rivela un assist per Sighieri che fa 2-1.
Sighieri diventa protagonista assoluto e segna il gol 3-1 con un tocco di precisione sotto misura che non lascia scampo a Rivera e allo scadere la rete del 4-1 che apre le porte della finale contro l’Ecuador.
La SPAGNA vola in finale contro il temibile ECUADOR: