Alassio accordo raggiunto tra Stefano Ragazzoni patron della società, e Marco Luciani tecnico genovese che guiderà la formazione ponentina.
Lo staff di Marco Luciani sarà composto dall’allenatore in seconda Stefano Pondaco che farà anche il giocatore. Il preparatore atletico sarà Luigi Massone.
Il progetto avrà come scopo quello di far giocare i giovani di buon profilo guidati in campo dall’unico giocatore esperto, Stefano Pondaco, che farà da chioccia ai ragazzi . il suo compito sarà anche quello di farli crescere a livello di esperienza.
Un bel progetto che darà l’opportunità ai molti ragazzi di valore, delle formazioni Juniores, una prospettiva di giocare in prima squadra nella categoria più nobile del panorama regionale.
I profili sono ragazzi nati dopo il 2000 fino ad arrivare ai 2004.
L’anomalia sarà quella di fare gli allenamenti che verranno svolti Genova mentre le gare casalinghe di disputeranno ad Alassio.

Marco Luciani dice:

“Il progetto sportivo come detto sarà quello di dare l’opportunità ai ragazzi giovani di misurarsi in un campionato importante, come quello dell’eccellenza. Il fatto di poter giocare con diversi coetanei dovrebbe liberare i ragazzi dai problemi di sudditanza psicologica nei confronti di giocatori più esperti che spesso ne precludono le giocate o la possibilità di esprimersi al meglio e di poter dimostrare il loro reale valore tecnico tattico.”

Gli fa eco il suo secondo Stefano Pondaco ex capitano della primavera della Sampdoria Campione d’Italia, coppa Italia e supercoppa,  con un passato in squadre serie C e Serie D nelle fila di:
Portogruaro, Mantova, Virtus Entella, Lucchese, Fezzanese, Rapallo, Sestri Levante e Ligorna prosegue nel concetto affermando:

“Sarà un anno importante per tutti i ragazzi che sposeranno il nostro progetto sportivo. I ragazzi avranno la possibilità di potersi affermare (per quelli che si affacciano per la prima volta in questo campionato) o di rilanciarsi (per coloro che pur avendo grandi qualità) non sono riusciti a dimostrare il loro reale valore liberi da ogni pressione psicologica e mentale derivata da una rosa esperta. Questo non vuol dire che non faremo notare ai giocatori gli errori o le defezioni tattiche, ma lo si farà con modi più pacati che daranno la possibilità ai ragazzi di apprendere dai loro errori.”

Al cronista viene d’obbligo fare una domanda: dove vi allenerete e quanti allenamenti farete in settimana?

“Il campo di allenamento sará quello di Sori.
Faremo tre allenamenti alla settimana nel tardo pomeriggio e probabilmente in diverse occasioni anche la rifinitura al sabato mattina. Concludo dicendo che siamo in attesa di alcune risposte per perfezionare lo staff tecnico. Nei prossimi giorni saremo in grado di ufficializzare il nome dell’allenatore dei portieri e del massaggiatore.
Per ciò che riguarda i giocatori abbiamo le idee chiare e siamo vicini a fornire diversi nomi dell’organico che farà parte del prossimo campionato. C’è molto entusiasmo tra i ragazzi e non ti nego che abbiamo la possibilità di poter scegliere tra diversi profili interessanti.
Giovani, spregiudicati ma concreti questo è il nostro motto. L’obiettivo è quello del sociale ossia divertimento con il raggiungimento di risultati concreti senza fare spese folli per i rimborsi facendo giocare ragazzi low-cost di buona qualità.
Spesso si va a vedere l’erba del vicino senza rendersi conto che quella che abbiamo in casa talvolta è di migliore qualità.”

Abbiamo contattato telefonicamente Stefano Ragazzoni presidente dell’Alassio il quale dice:
“la società era in vendita da tempo nessuno si è fatto avanti. La proposta di Marco Luciani mi è piaciuta e verbalmente siamo praticamente d’accordo su tutto. Dobbiamo solo formalizzare l’accordo nei prossimi giorni.
- Neppure i dirigenti del Savona si sono fatti avanti per trovare una soluzione?
“Nessuno ripeto. Forse loro (Il Savona) potevano essere interessati per il fatto che sarebbero potuti ripartire dal campionato di eccellenza anziché dalla prima categoria.”


– In pratica lei rimarrà il proprietario?
“Esatto. Luciani crede in questo progetto giovani sul quale vuole investire. I ragazzi proverranno da Genova ed è per quello che si alleneranno a Sori. Forse faranno un allenamento ad Alassio oltre a giocare le partite casalinghe. “

Ragazzoni riprende il discorso e ridendo conclude così:
“ vorrà dire che comprerò una squadra di Serie D o di Lega Pro per divertirmi in prima persona”.

 
TORNA ALLA HOME DI DILETTANTISSIMO

E allora seguici sui nostri canali social! Troverai infatti tante notizie anche sui nostri portali! Siamo su Instagram (@dilettantissimo_official), Facebook (Dilettantissimo) Twitter (@Dilettantissimo), oltre al canale Youtube (Dilettantissimo) dove potrai trovare inoltre tutte le puntate di Dilettantissimo, gli highlights, le interviste e tutti i nostri contenuti multimediali!