Alassio Imperia Fa parlare anche dopo il 90º minuto. I neroazzurri di mister Lupo si impongono in trasferta per 4-2, ma c’è un episodio che fa discutere: minuto 82 la palla, dopo aver toccato l’arbitro, agevola l’azione    dell’Imperia che la finalizza in rete con Sassari. È il gol del definitivo 2-4 che spezza ogni velleità di rimonta alla squadra locale. 

Il presidente dell’Alassio Fabrizio Vincenzi dice: “È parso evidente a tutti i presenti che ci sia stato un errore tecnico da parte del direttore di gara che, in base alle nuove normative, avrebbe dovuto fermare il gioco e scodellare la palla a favore dei nostri giocatori che ne erano in possesso prima del suo tocco che poi ha agevolato l’azione che ha portato l’Imperia a segnare il 4º gol che ci ha tagliato le gambe e tolto ogni velleità di rimonta. A noi le partite piace vincerle sul campo e quindi non faremo ricorso. Sportivamente riconosco che l’Imperia è una grande squadra, mi fa piacere che la nostra formazione si sia misurata con loro ad armi pari. Se poi l’arbitro ammetterà il suo errore senza il nostro ricorso rigiocheremo la partita, altrimenti non faremo nessun tipo di reclamo o di vittimismo. Nello sport esiste anche l’errore dell’arbitro bisogna saperlo accettarlo senza isterismi. Siamo dilettanti e cerchiamo di dare  il giusto valore allo sport.”