Banner
Banner
Home ARCHIVIO ARTICOLI Seconda Categoria F
La Garibaldina Arcola si tinge di rosa PDF Stampa
Scritto da Unplugged   
Martedì 19 Novembre 2013 15:47
L'ultimo posto in classifica non scoraggia la società che difende bomber Caldarelli squalificato fino a gennaio
Quando le cose non girano per il verso giusto di solito lo sconforto prende il posto dell'entusiasmo e la voglia di fare si trasforma in delusione, non sembra essere così in casa Garibaldina Arcola.
Il club granata è all'ultimo posto del campionato di Seconda Categoria in virtù di 1 punto conquistato in 11 partite, ma non per questo ha perso la voglia di continuare il suo percorso di crescita finalizzato al sociale.
Lo storico sodalizio arcolano ha deciso di puntare anche sul calcio femminile allestendo una squadra che parteciperà al torneo 'Pink is Better' organizzato come ogni anno dal River Sporting Club di Arcola.
Un'idea nata dalle consigliere Anna Camaiora e Nicole Dell'Amico che sono riuscite a fo rmare un gruppo di ragazze pronte a cimentarsi per la prima volta nella nuova frontiera del calcio: 

"Il nostro obiettivo è divertirci. Nessuna di noi ha mai giocato a calcio, ma lo spirito della nostra società resta quello di intraprendere nuove strade tutti insieme con l'armonia e la voglia di fare."

Intanto la squadra maschile non sta attraversando un buon momento ed è reduce dal ko nel derby contro la Polisportiva Romito, una sfida che ha visto il ritorno in campo di Raul Guzzoletti (nella foto), 42enne centrocampista tuttofare protagonista in maglia granata nella scorsa annata di Terza Categoria nelle vesti di capitano.

"Siamo stati ripescati all'ultimo momento e sapevamo che avremmo patito lo scotto iniziale. - precisa il presidente Fabrello - Abbiamo perso per strada 10 giocatori per infortunio, ma nei momenti difficili alla squadra è mancato il carattere. Da domenica contro l'Antica Luni mi aspetto di vedere in campo una squadra con personalità."

Un dato curioso di questa prima parte di campionato è rappresentato dai rigori a sfavore, ben 9 in 11 partite. La squadra di mister Gianardi ha conquistato un punto a Fezzano contro il Cadimare, ha perso in maniera netta contro Forza e Coraggio e Romito ma nello stesso tempo ha tenuto testa a due vere e proprie corazzate come Follo e Beverino. 

Il direttore generale Gianluca Tinfena difende a spada tratta il mister: 
"Gianardi per capacità e metodologia di lavoro è uno dei migliori allenatori della categoria. Tra qualche anno ce lo sapremo ridire. In estate abbiamo fatto una buona preparazione, se recuperiamo gli infortunati e evitiamo il nervosismo possiamo riprenderci e agganciare la zona play out. Purtroppo abbiamo perso sino a fine gennaio anche il nostro bomber Caldarelli per squalifica. L'arbitro ha scritto nel referto dopo la gara con il Marinella Costa Luni che il ragazzo lo ha colpito con un calcio inventandosi letteralmente quello che è successo. Caldarelli ha sbagliato con insulti e proteste ma ci sono anche testimoni che hanno visto che non ha usato la violenza. Se avessimo fatto ricorso l'avremmo perso perchè non avevamo nessun video che documentasse l'accaduto. La regola non scritta del buon arbitro è quella del buon senso non quella del protagonismo, spesso in molti se lo dimenticano. Nando è un ragazzo generoso e un giocatore importantissimo per noi, lo aspettiamo perchè serviranno anche i suoi gol per centrare la salvezza."
 
Banner
Banner