Banner
Banner
Home ARCHIVIO ARTICOLI Promozione A
Serra Riccó: a un passo dal salto in Eccellenza PDF Stampa
Scritto da Andrea Bazzurro   
Martedì 12 Maggio 2015 01:34
Il Serra Riccò a un passo dal grande salto

Della serie comunque vada sarà un successo. Il Serra Riccò, beffato ieri pomeriggio da una grandissima Voltrese, se la Fezzanese non dovesse volare in serie D attraverso gli spareggi interregionali e non ci saranno fusioni o accorpamenti in Eccellenza, resterà per ancora un altro anno in Promozione. Ma a testa alta e dopo aver dato tutto in una stagione altamente positiva, come conferma lo storico direttore sportivo delle “aquile”, Marco Parodi: “Abbiamo dato tutto quello che potevamo dare, in un raggruppamento durissimo, una sorta di Eccellenza bis come il girone A di Promozione – afferma un Marco Parodi ancora provato dalla sfida con la Voltrese, finale play off del “San Carlo” – La squadra di Fulvio Navone ha meritato senza dubbio di volare in Eccellenza, era da anni che sfiorava il grande salto. Noi puntavamo ai play off e abbiamo centrato l’obiettivo stagionale, ma più di così era difficile fare”.
Parodi analizza la lunga serie di infortuni che hanno costellato la stagione gialloblù, fin dalle prime giornate di campionato. “Mister Manzi ha lanciato tantissimi ragazzi del ’97 che si sono ben comportati, ma quando in una stagione vengono a mancare per sei mesi Bianchi, poi un cardine come Brema si fa male al tendine, quindi Albanese è out per diverse partite, insomma, l’annata profuma di impresa”.
Cinque su cinque. Il Serra Riccò nemmeno alla sua quinta partecipazione ai play off di Promozione è riuscito a centrare il salto nell’olimpo dei dilettanti in Liguria. “In effetti penso di portare male io – scherza lo stesso Parodi – Ne ho viste tante, dalla sfida infuocata col Cicagna, al Baiardo e Busalla, ma sempre ci è mancato forse un pizzico di fortuna. Ora non ci resta che chiudere la stagione in bellezza domenica prossima nella finalina per il terzo posto contro gli spezzini del Lerici Castle, confidando nell’impresa della Fezzanese”.
Un’ultima battuta non poteva che riguardare la finalissima play off persa ieri pomeriggio al “San Carlo” di Voltri. “Eravamo a pezzi – ricorda l’uomo mercato del club della val Secca – I due fratelli Burdo erano entrambi malconci, Zanforlin non al top. Ma quando Fuselli ha respinto il rigore sull’1-1 ci ho creduto, come tutta la squadra. Ronco? Il nostro capitano è eterno ed è stato ancora una volta tra i migliori. Resterà ancora con noi, è un uomo eccezionale, da vent’anni lo conosco e lo apprezzo”.

 
 
Banner
Banner