Banner
Banner
Home ARCHIVIO ARTICOLI Prima Categoria
SAMPIERDARENESE: più forti della sfortuna PDF Stampa
Scritto da Andrea Bazzurro   
Mercoledì 20 Maggio 2015 14:02
Sampierdarenese, parla Carlo Durante

In attesa di conoscere se la Sampierdarenese, dopo aver vinto la finale dei play off di Seconda Categoria girone C, si iscriverà alla Prima, ci pensa il direttore sportivo Carlo Durante, di Sampierdarena, tra i fondatori della Pro Sesto Genova, a tracciare un bilancio stagionale.
 
Ma il futuro dei “lupi”? "So solo che il presidente Roberto Pittaluga sta facendo di tutto per far in modo che il prossimo anno giocheremo nella categoria che ci siamo conquistati sul campo". Inizia così la lunga chiacchierata con il direttore sportivo ponentino, uno dei grandi protagonisti di questa trionfale stagione, che esalta i suoi ragazzi che hanno conquistato una promozione che al “Morgavi” mancava da più di un decennio: "Sapevo che avevamo costruito una squadra competitiva, in grado di giocarsi il campionato e ben presto ho capito che questo gruppo aveva anche importanti qualità morali e un forte senso di appartenenza". 
 
La stagione è stata, infatti, alquanto travagliata: "Ci è successo qualcosa di incredibile. Basti pensare che solo alla quarta giornata, degli 11 titolari che avevano esordito a Torriglia, ne erano rimasti solo 4 (Musiari, Menegatti, Conte e Pizzorno) e per tutto l'anno questa ecatombe di infortuni non ci ha mai lasciato, tanto che, raramente, ci siamo presentati in 18. Ho praticamente fatto mercato ininterrottamente fino a febbraio". 
 
Segno del destino è che i gol promozione sono stati realizzati da Grazzi e Giomelli, due elementi che hanno saltato gran parte della stagione: "E' vero, Grazzi si è infortunato alla prima giornata scontrandosi con il portiere avversario ed è rientrato a febbraio facendo più gol che partite e Giomelli ha avuto una lesione del perone che gli ha fatto perdere più di un girone. Onestamente pensavo smettesse, invece ha avuto una grande forza di volontà ed è stato premiato". Ma i protagonisti sono stati molti come Pizzorno, autore di uno strepitoso girone di andata prima del solito maledetto infortunio: "Fare dei nomi non sarebbe giusto. I 21 ragazzi che hanno portato a termine la stagione sono stati fantastici e tutti hanno remato in un’unica direzione".
 
Durante vuole anche elogiare mister Testore: "Il suo lavoro è stato ingiustamente sottovalutato. Non è stato assolutamente facile gestire questo continuo tourbilllon di giocatori. Grandi meriti vanno anche al sui vice Giacobbe e al preparatore dei portieri Pagnini che quest'anno ha avuto un super lavoro con 5 portieri che si sono avvicendati alla guardia della nostra porta...causa i soliti infortuni".
Qualche parolina sul futuro ci scappa, è inevitabile, con tante voci che girano sul destino dei “lupi” di Sampierdarena: "Se dovessimo far la Prima Categoria gran parte di questo gruppo sarà confermato e ovviamente faremo qualche ritocco senza stravolgere l'ossatura della squadra". E se si dovesse ripartire da più in basso: "Io ci sarei. Non sarebbe facile ripartire ma io ci sarei".
 
A proposito, il primo rumors di mercato arriva da Cornigliano: sembra che ci sia stato un contatto tra i biancorossoneri e Ferrara, un vecchio pallino della Sampierdarenese fin dalla scorsa stagione. Bomber Perelli, invece, ha deciso di smettere definitivamente dopo una lunghissima carriera.
 
 
Banner
Banner