ATHLETIC: in attacco schiera Edoardo Grosso ” il portiere più forte della regione”

Sembra una barzelletta, ma non è cosi. Ieri nel partitissima di Promozione girone B disputatasi tra le due capoliste (Athletic e Baiardo) ha giocato EDOARDO GROSSO e fino a qui nulla di strano visto i suoi trascorsi in Serie C, Serie D ed Eccellenza, la particolarità sta nel fatto che è stato schierato come attaccante.
“E’ vero ieri ho fatto giocare il portiere più forte della regione e l’ho impiegato come attaccante” queste le parole del mister dell’Athletic ALBERTO MARIANI che prosegue dicendo:

“Abbiamo provato a convincerlo a giocare in porta quando avevamo avuto i problemi in quel ruolo, ma non ne ha mai voluto sapere. Quindi ha iniziato ad allenarsi come attaccante e per me non era una novità visto che negli amatori dell’ITALBROKER, squadra in cui gioco, lo ha sempre fatto per puro divertimento con ottimi profitti.
Peraltro è in possesso di caratteristiche che nessuno dei nostri giocatori offensivi ha e quindi, in accordo con la società, abbiamo deciso di fare una scommessa che solo qui da noi sarebbe possibile fare. Il difficile è stato convincere EDO che poteva esserci utile sul serio e che potrebbe essere fondamentale per il proseguo del nostro campionato e infatti l’ho schierato l’ultima mezzora nel big match contro il Baiardo con il risultato ancora il bilico, 1-0 a nostro favore, perchè avevo la necessità di un giocatore che avesse fisicità in attacco e mi tenesse alta la squadra.”

EDOARDO GROSSO conferma e dice:

“In effetti avevo delle perplessità a credere che potevo essere utile per la squadra e invece mister MARIANI mi ha fatto ricredere. Era già tre domeniche che sosteneva che fossi pronto, ma io non pensavo che fosse così”

MARIANI aggiunge: “Si è vero, e ci sarebbe stato anche utile in queste tre ultime gare se fossi riuscito a convincerlo prima e lo avrei sicuramente convocato e fatto giocare. Quest’anno è una Promozione molto difficile dove tutti possono vincere contro tutti. Sta crescendo il Real Fieschi e il Magra Azzurri, sta facendo bene il Little Club, mentre Baiardo, Golfo Paradiso e Rivasamba sono quelle che sin da subito hanno avuto un certo tipo di rendimento, senza contare che anche tutte le altre squadre che non ho menzionato hanno qualità e sono in grado di mettere in difficoltà chiunque. Sarà un campionato difficile dove l’ultima può battere la prima nessuna partita parte con un risultato scontato.”

Tornando a GROSSO il -portiere attaccante- conclude l’intervista affermando:
“Sono soddisfatto della mia prestazione di ieri anche se avrei potuto fare meglio, magari un gol visto che l’occasione per segnare l’ho avuta. Però so di essere stato utile per la squadra, ho fatto a sportellate con la difesa del Baiardo portando a casa uno zigomo gonfio”.

A questo punto Grosso si fa una bella risata, ma torna subito serio e prosegue facendo l’analisi della situazione a livello generale per ciò che riguarda il suon antico ruolo:

“Purtroppo tante società che vanno per la maggiore, in Eccellenza e Serie D, fanno delle valutazioni che a mio avviso non sono giustissime. Mi spiego meglio relegano ad una posizione secondaria l’operato del portiere e cercano di schierare il fuori quota in quel ruolo. Poi una volta che l’obiettivo che si pongono rischia di non essere raggiunto provano a correre ai ripari. Come dice mister GIAMPAOLO della Sampdoria la NON concorrenza tra i calciatori e il male del nostro calcio. E’ inutile obbligare a far giocare un giovane in prima squadra se questo poi non ha concorrenza perchè alla lunga non imparerà a migliorarsi e a dover combattere per conquistarsi un posto in squadra. Anzi nel momento in cui verrà messo in discussione perchè termina il suo status di fuoriquota, deciderà di smettere con il calcio giocato affermando che ha disputato tornei Serie D o Eccellenza e poi ha smesso perchè il livello era sceso o non era capito come calciatore.”