Un derby tira l’altro in casa Athletic Club (Promozione, girone B). Dopo il pareggio con i cugini di sempre della GoliardicaPolis, ecco la sfida in arrivo domenica prossima con il Little Club G. Mora, reduci un po’ più esperti comee da un incredibile pari con il fanalino di coda Amicizia Lagaccio, la cenerentola del girone, con un piede e tre quarti già in Prima Categoria.

Il mister dell’Athletic Club Alberto Mariani la vede così:

<Ma si tratta di una squadra che non si arrende mai, grintosa, che lotta e che corre, con tanti giovani e tre ragazzi più esperti come Schenal, Bottino e Rivieccio che ho avuto ai tempi del Campomorone – osserva l’ex tecnico di Rapallo, Lavagnese e Camogli, tra le altre – In più hanno due giovani davvero bravi, come il portiere del ’98 Belloni, che l’anno scorso contro la nostra Juniores ha parato di tutto, e la punta del ’97 Falsini>.

Mister una stagione positiva la vostra, un ottimo secondo posto, anche se l’addio di Marraffa.

<Non ci voleva, inutile girarci attorno, però, per fortuna, ho trovato delle valide alternative dietro in difesa. Ho arretrato Di Pietro, utilizzato Congia che è un terzino ma occupa questo ruolo con diligenza, quindi ho Pugliese e Maggiora, senza contare i tantissimi bravi giovani in rosa e che il nostro settore giovanile sforna in continuazione>.

A proposito di giovani, continua lo straordinario lavoro di Sergio Imperato e dei vostri tecnici e responsabili.

<L’Athletic Club è una grandissima società, la migliore sotto questo punto di vista. Il patron Imperato ti mette nella condizione di fare il meglio. La Juniores d’Eccellenza è ancora una volta prima in classifica e ha un gruppo di ragazzi del ’98 molto forte. Anche i 2000 e i 2001 stanno svolgendo un campionato eccellente, così come i 2002 e i 2003>.

E l’Athletic Club prima squadra dove può arrivare?

<In testa vi è a sorpresa il Molassana che ha già fatto il vuoto, poi ci siamo noi, ma preferiamo avere un basso profilo, non dimentichiamo che abbiamo un organico davvero giovane, ora senza Marraffa ancora di più. E’ rientrato dal prestito alla Sammargheritese il ’98 De Ferrari, figlio del mitico “Lele”, ma nulla più>.