Stessa situazione, differente sanzione. Athletic Club e Masone hanno recentemente commesso lo stesso “passo falso”, facendo scendere in campo un giocatore gravato da una squalifica riportata nell’ultima partita dello scorso campionato, Matarozzo per l’Athletic e Macciò per il Masone. Dopo il ricorso di rito da parte rispettivamente di Cadimare e Libraccio, il Giudice Sportivo ha emesso le relative sentenze: 2 ulteriori turni a Matarozzo, sei settimane al dirigente accompagnatore e 200 euro di multa all’Athletic, una sola giornata di squalifica aggiuntiva a Macciò, una settimana al dirigente e nessuna multa per il Masone. Sorpresa quindi in casa Athletic per questa differenza di trattamento su un’irregolarità del tutto identica.

«E’ una cosa che non capisco – tuona il presidente dei neroverdi Sergio Imperato – Abbiamo anche fatto un po’ di ricerca, andando indietro nella giurisprudenza e in tutti i casi che abbiamo ritrovato si parla sempre di una giornata di squalifica aggiuntiva al giocatore e una settimana al dirigente accompagnatore. Cosa possiamo fare? Teoricamente potremmo ricorrere contro la sanzione pecuniaria e per richiedere la riduzione della squalifica del dirigente ma non si può più andare in Commissione Disciplinare da soli perché ti respingono quasi d’ufficio ogni ricorso, quindi bisognerebbe rivolgersi ad un avvocato. Il tutto però con un costo ben più alto della sanzione stessa».

La differenza nella sanzione, in effetti, nasce dal fatto che i due casi sono stati presi in esame da due giudici diversi, Ricci per il Regionale e quindi per l’Athletic e Storlenghi per il Provinciale e quindi per il Masone. Al momento, comunque, non arriva nessun commento alla vicenda dagli uffici di via Dino Col.