Un 3-0 che fa male, quello subito domenica dal Borzoli nella sfida interna contro il Campomorone, soprattutto perché la squadra di Gianni Baldi ha proprio sbagliato l’approccio alla partita, finendo per doversi arrendere come mai le era capitato finora dall’arrivo del tecnico ex-Molassana.

«Domenica è stata la prima partita della mia gestione in cui abbiamo giocato come proprio non dovevamo – ammette lo stesso Baldi – Abbiamo sbagliato la partita, insomma. Il Campomorone poi è un’ottima squadra e non ha invece sbagliato nulla, nemmeno in fase di finalizzazione. Noi non eravamo in campo, avevamo troppi giocatori che non sono entrati in partita e la sconfitta è stata il risultato più ovvio. Forse potremmo dire qualcosa solo sulle dimensioni del punteggio, visto che un gol l’avevamo anche fatto, con Canciani che ha tolto il pallone almeno mezzo metro oltre la linea, ma lo dico solo per la statistica perché non avrebbe cambiato granché nell’economia finale del match. Sarebbe servito solo forse a rendere meno amara la sconfitta finale, tutto qui».

 

Domenica contro il Varazze c’è la possibilità, anzi l’obbligo, di rifarsi subito. «E’ una gara importantissima per noi – prosegue Baldi – Sarà il primo vero scontro diretto, la prima di quelle partite nelle quali i punti valgono il triplo, non solo il doppio. Il Varazze è in lotta per i nostri stessi obiettivi e questo fa capire quanto sarà una partita difficile. Ma io ho molta fiducia nella rosa che abbiamo saputo costruire a dicembre: è una squadra di guerrieri che non molla mai e speriamo anzi che la sconfitta contro il Campomorone ci abbia fatto bene e ci dia un supplemento di carica»