Massimo Raspa, uno dei quattro fondatori assieme a 3 suoi grandi amici del Begato (Mascia, Cadeo e Mazzotta), resterà ovviamente ancora il mister del team della val Polcevera. Lo stesso tecnico spiega le linee guida dei biancazzurri: <Stiamo facendo il possibile, attraverso i canali burocratici, per far crescere la società ed ambire sia a risultati sportivi che per il bene del nostro quartiere. Spero che, con le nuove proposte comunali per la gestione dei campi e lo sconto per i gestori delle utenze, si possa agevolare anche società come la nostra. Vogliamo dimostrare che Begato è un quartiere popolato da gente colma di valori, che lo sport deve essere visto come elemento di aggregazione per grandi e piccini. Abbiamo appena iniziato, ma la strada è ancora lunga. Gli spazi, che attendiamo per fare sport, sono della curia e comunali, e noi procederemo con eventuali richieste agli uffici competenti. A Begato ci sono molte persone che hanno voglia di fare. Vogliamo portare il nome di Begato sotto un’altra luce, limpida e chiara, che mostri la strada ai ragazzi del quartiere>.