A Davide Colamarino, Direttore Sportivo del BORGORAPALLO non sono andate giù le dichiarazioni di ZANARDI il quale dicev ma:

“Questa volta ha vinto il Borgo Rapallo e sicuramente dal loro punto di vista meritatamente, dal nostro invece pesa qualche decisione arbitrale sulla -stanchezza- di non fischiare in ripetizione fuorigioco seppur netti e cartellini gialli gratuiti che ci hanno lasciato in dieci. A questo poi va aggiunto l’episodio al termine del primo tempo, sul 2-1 per noi che ha portato al loro 2-2 e condizionato il prosieguo della gara, in cui il gesto di fair play, rispettabilissimo, di un nostro giocatore non ha trovato riscontro etico negli avversari, difficilmente nel calcio come forse nella vita, che addirittura approfittandone hanno siglato il 2-2.
Questo episodio ci ha portato all’intervallo devastati psicologicamente al contrario dei nostri avversari che si sono ritrovati nuovamente in gara inaspettatamente.
Possiamo avere la quasi certezza che questo scenario abbia deciso il big-match ma di sicuro non deciderà le sorti del nostro Campionato

Sulla base di queste dichiarazioni FORTI di mister ZANARDI, il DS del BORGORAPALLO COLAMARINO replica così:
“Inizio con il ringraziare e fare i complimenti ai miei giocatori ed allenatore per le prestazioni fatte fino ad oggi, ma con molto rammarico voglio sottolineare il mio disappunto con quanto letto nelle dichiarazioni rilasciate, in un articolo pubblicato su Dilettantissimo, dall’ allenatore del Segesta (che ha sottolineato la non correttezza dei nostri giocatori).
L’episodio di fair play citato da ZANARDI è il seguente: 

l’arbitro aveva erroneamente assegnato una rimessa laterale al Segesta e il giocatore avversari, con molto fair play, aveva comunicato al direttore di gara di essere lui ad aver toccato la palla prima che la stessa terminasse in out. A questo punto abbiamo rimesso rapidamente la palla in gioco e da qui e’ scaturito il goal incriminato che ci ha permesso di andare al riposo sul 2-2.
Parlando di fair play vorrei ricordare a ZANARDI che in almeno due circostanze, e in situazione di svantaggio nel punteggio, i nostri giocatori hanno messo la palla in fallo laterale per prestare soccorso agli avversari erano doloranti a terra con l’ingresso del loro massaggiatore. Analizzando l’arbritaggio ritengo sia stato usato lo stesso metro di giudizio per entrambe le squadre, e vorrei ricordare a ZANARDI che sullo 0-0 è stato annullato un nostro goal per un fuorigioco più che dubbio. Nonostante tutto ritengo sia stata una grande partita giocata in modo corretto da ambedue le squadre.
Precisato questo ritengo che il Segesta sia la miglior squadra incontrata da noi fino ad oggi è la ritengo, assieme alla RIESE, la squadra più forte del Girone E di seconda categoria.”