Non c’è stato nulla da fare. Alla fine di questa 14esima giornata di campionato, Gisinti e Olimpia Regium incassano i tre punti che permettono ad entrambe di staccare la Cdm Genova, costretta al proprio turno di riposo. Non che se ne debba fare un dramma, intendiamoci, è solo che ci avevamo sperato un po’ tutti. Forse pensare ad uno scivolone della capolista Pistoia in casa del fanalino di coda Elba 97 era chiedere troppo (anche se gli isolani, sette giorni fa, avevano dato del bel filo da torcere proprio ai ragazzi di Stefano Pinto), ma almeno si poteva sperare nel colpaccio del Città di Massa in casa dell’Olimpia.

Eppure, alla prova del campo, è stata proprio l’Elba 97 ad andare più vicina ad un clamoroso sgambetto casalingo ai primi della classe. Due volte in vantaggio nel primo tempo, l’Elba ha chiuso la prima frazione sul 2-2, subendo il pareggio della Gisinti a 40″ dalla sirena. Nella ripresa, l’Elba arriva a 90″ dalla fine cullando il sogno di fermare sul pari la corazzata pistoiese ma nei secondi finali arriva la doccia fredda che regala alla Gisinti un 5-3 ormai quasi insperato. E con esso tre punti preziosissimi per tenere il primato in classifica. Tutto apparentemente più semplice invece per l’Olimpia che batte 5-1 il Città di Massa.

Adesso, la classifica recita Gisinti a 35 punti, Olimpia a 33 e Cdm ferma a 30. Non bisogna però dimenticare che la squadra genovese è l’unica, delle tre di testa, ad aver già scontato il proprio turno di sosta. Questo significa che sia Gisinti che Olimpia dovranno fermarsi a loro volta, offrendo così ai biancoblù di mister Pinto l’opportunità di rosicchiare punti.

Dietro al terzetto di testa, il Sant’Agata accorcia (si fa per dire…) a -9 dai genovesi mentre il Bagnolo cade clamorosamente in casa del San Giusto per 3-2 e resta a -12, al quinto posto. Vince anche la Poggibonsese che, in casa, regola 3-1 il Montecalvoli e sale a quota 17 punti in classifica.

Sabato pomeriggio, la Cdm Genova torna in campo al Paladiamante di Begato alle ore 14.30 con quella che potrebbe essere davvero la partita dell’anno, contro la Gisinti Pistoia. Per i genovesi, come accaduto già nella trasferta vincente di Coppa Italia, ci sarà un solo risultato a disposizione, cioé la vittoria, perché in caso di pareggio le chance di sorpasso in classifica si ridurrebbero di molto, anche se poi a marzo ci sarà anche la sfida fra Gisinti e Olimpia che potrebbe favorire la corsa della Cdm.