Dopo un’estate rovente (non solo dal punto di vista climatico!), il futsal torna a veder rotolare la palla e lo fa proprio aprendo la sua stagione con i colori blucerchiati in campo. A tenere a battesimo un’annata che potremmo definire come quella della “rivoluzione” è infatti proprio la Sampdoria Futsal che oggi scenderà in campo contro la Fenice Venezia Mestre, alle 19 al Palafranchetti contro i padroni di casa arancioneroverdi.

A tenere altissima la curiosità di tutti gli appassionati di futsal non è solo l’effetto che avrà la nuova regola dei formati sul livello dei roster presenti ai nastri di partenza della nuova stagione. Quella che sta per iniziare, infatti, sarà una stagione che ridisegnerà la fisionomia del futsal italiano, introducendo per il prossimo anno una nuova categoria: la Serie A2 Elite. Ma cosa cambia, nella sostanza, per le 47 squadre pronte al via dei tre gironi di A2? Come cambiano i meccanismi di promozioni e retrocessioni? Chi salirà in serie A, chi resterà in categoria e chi invece, ahilui, saluterà tutti e dovrà scendere in serie B? Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Come detto, al via della Serie A2 2022/23 si presentano 47 squadre. Erano 48 ma purtroppo la rinuncia della Damiani & Gatti Ascoli ha ridotto il lotto delle partecipanti. Tre gironi, due da 16 squadre e uno (il B) da 15. 

RETROCESSIONE in B. Partiamo dalle brutte notizie, cioé chi retrocederà in Serie B. E’ tutto molto semplice: chi si classificherà all’ultimo posto in ognuno dei 3 gironi. Niente playout, stavolta. Niente calcoli, niente post-season o possibilità d’appello. Le tre squadre che saranno in fondo al gruppo dopo l’ultima di campionato, dovranno accomodarsi all’uscita e scendere in B.

PROMOZIONE in A. Anche qui, la faccenda si presenta piuttosto semplice: a volare nel gotha del futsal italiano saranno le vincitrici dei tre gironi. Le tre “regine” della A2, insomma, accederanno di diritto al prossimo massimo campionato. Ma (perché un “ma” c’è eccome…) ci sarà anche una quarta compagine che potrà sognare fino alla fine il salto di categoria. Al termine della regular season, infatti, le squadre classificatesi dal secondo al sesto posto di ogni girone, più la miglior settima, prenderanno parte ai play-off promozione. Cinque squadre per ogni girone più una, insomma. Queste si sfideranno per decretare la squadra, una sola, che staccherà l’ultimo biglietto utile per salire in Serie A, componendo così la pattuglia di 4 promosse nel massimo campionato. 

NASCE la nuova SERIE A2 ELITE. E le altre 15, direte voi? Che fine faranno le 15 squadre che hanno preso parte ai play-off? Ebbene per loro si apriranno le porte di una categoria tutta nuova: la Serie A2 Elite. Il nuovo campionato del futsal italiano si piazzerà fra la serie A e la Serie A2, divenendo così il secondo livello di questo sport. Sarà composto dalle 15 squadre uscite sconfitte (o per meglio dire, non vincitrici) dai play-off promozione 2022/23, a cui si aggiungeranno le 4 retrocesse dalla Serie A, oltre ad altri 9 club che saranno individuati grazie ad un altro play-off a cui prenderanno parte le due peggiori settime dei gironi di A2 2022/23 e tutte le società classificatesi dall’ottavo al decimo posto nei rispettivi gironi, più la miglior undicesima. Per chiarire, quindi: 15 non vincitrici dei play-off promozione più 4 retrocesse dalla A più 9 promosse dai play-off “di consolazione”. Totale 28 squadre, che verranno suddivise in due gironi da 14 squadre, che formeranno la Serie A2 Elite 2023/24. Le tre ultime classificate dei play-off di consolazione, resteranno in A2.

Adesso però basta con i calcoli e le combinazioni: è arrivato il momento di scendere in campo! Il campionato prende il via e lo fa – come detto – proprio con la Sampdoria Futsal subito sul parquet. Alle 19 di oggi tutti pronti a tifare blucerchiato per l’esordio dei ragazzi di mister Francesco Cipolla contro la Fenice Venezia Mestre al Palafranchetti.