La vittoria di misura di domenica scorsa in casa della Loanesi ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che il Camporosso è ormai una solida realtà di questo campionato di Promozione e che la posizione di metà classifica che attualmente occupano i ragazzi di Carmelo Luci non è una casualità ma piuttosto il frutto di una maturazione generale iniziata già lo scorso anno.

«Stiamo facendo un buon cammino – ci racconta proprio mister Luci – specialmente se lo paragoniamo a quello dello scorso anno. Siamo in un ottimo momento anche di forma e questo è importante. La squadra poi gioca sempre un buon calcio e, quest’anno, insieme alle prestazioni sono arrivati subito anche i risultati. Indubbiamente l’esperienza dello scorso anno è servita moltissimo a tutti questi ragazzi perché ha permesso loro di avere un approccio ben diverso a questa seconda stagione in Promozione. Un anno fa eravamo partiti molto più paurosi, molto più ansiosi e spesso l’ansia ti porta a sbagliare tutto, anche le cose più semplici. Io poi ci tengo sempre a ricordare che tutto ciò che questi ragazzi fanno è davvero a costo zero. Loro stanno dando l’anima e il cuore e giustamente stanno ottenendo i grandi risultati che meritano».

A suo parere, la classifica rispecchia i reali valori di questo girone? «Io guardo solo al fatto che tra un paio di settimane si riaprirà il mercato e quindi, a parte noi, tutte le altre squadre faranno qualcosa. Chi vuole puntare a vincere il campionato farà qualcosa di importante, chi vuole centrare i playoff farà qualcosa di importante e anche chi vuole salvarsi farà qualcosa di importante. Poi, a volte il mercato fa bene, altre volte il mercato fa male a una squadra perché parti per provare a migliorarti e invece, alla fine, peggiori la situazione senza volerlo. Io questo pericolo non lo corro, perché mi terrò stretti i miei attuali giocatori: non voglio che vada via nessuno e non chiederò nessun rinforzo».

Dove può arrivare quindi questo suo Camporosso? «Io sarei già contento di riuscire a ripetere quanto fatto nel girone d’andata anche in quello di ritorno. Quello sarebbe già un ottimo risultato».