Il Canaletto Sepor  dopo aver conquistato il  prestigioso titolo regionale di 1^ categoria nel maggio scorso, si appresta ad affrontare il prossimo campionato di Promozione, dopo tre stagioni di assenza.

Si riparte dal mister Clodio Bastianelli, il vero artefice della splendida cavalcata della scorsa stagione, che si avvarrà della collaborazione del preparatore atletico Nazareno Tornatore, del preparatore dei portieri Doriano Coselli e del nuovo tecnico della Juniores regionale di Eccellenza Francesco Galleno, l’anno scorso nel Valdivara 5 Terre, dove ha conquistato le semifinali regionali.

Il responsabile dell’area tecnica dei canariniFabrizio Vaccarini concretizza subito un poker di acquisti,

rinforzando la pattuglia dei “fuoriquota” della classe 2000 con la firma dell’esterno difensivo Manuel Giancola, l’anno scorso in Promozione con la Forza Coraggio, cresciuto nel Dlf e nell’Arci Pianazze, il jolly Francesco Miele proveniente dall’esperienza inglese con i dilettanti del Staines Town a Londra e il centrocampista offensivo Nicolò D’Andrea proveniente dal Cadimare ed in passato con le maglie di Canaletto, Entella, Pro Sesto e Fezzanese.

Fortemente voluto da Bastianelli ecco l’arrivo poi del capitano del Ceparana Andrea Becci,

27enne difensore dei rossoneri per cinque stagioni, dove ha raggiunto due promozioni ai play off ed in mezzo un travagliato anno nel Lerici Castle: «Ringrazio prima di tutto gli amici del Ceparana – afferma il neo canarino – dove per tre anni ho fatto il capitano e mi sono sempre trovato molto bene. Sono contento di essere stato cercato da una società seria come il Canaletto, per me è stimolante, rimettermi in gioco in una squadra che l’anno scorso ha espresso un ottimo calcio, dove spero di integrarmi al meglio ».

Non molte le novità nell’organico gialloblu, dove sono stati confermati gli esperti Edoardo Bertagna, Amerigo Boggio, Davide Richerme, Giulio Ponte, Davide Ardovino, Alessio Poli, Matteo Marozzi e soprattutto il bomber Federico Costa, molto richiesto sul mercato dopo le 33 reti firmate nello scorso campionato. Il solo Sabiniano Noga si è trasferito al Follo.

Rimarranno con la maglia gialla anche i molti giovani presenti in organico tra i quali i vari Marco Lonardo, Andrea Ambrosini, Nicola Sanguinetti, Alessandro Maggiali e Diego Giannini, tanto per citarne qualcuno, a questi si aggiungeranno alcuni Juniores che completeranno l’organico:«Non era il caso di cambiare molto – afferma il direttore Vaccarini – abbiamo la massima fiducia dal lato tecnico, ma sopratutto dal lato umano, del gruppo dell’anno scorso che sarà integrato da parecchi giovani come è nelle nostre tradizioni. Puntiamo come sempre a valorizzare i ragazzi che escono dal nostro vivaio e di questo Bastianelli è un maestro, ed a disputare una stagione di assestamento per conoscere al meglio il campionato e mettere le basi per un futuro ambizioso. Ci vuole molta umiltà e fame, l’obiettivo è salvarsi prima possibile e visto la qualità del girone, sarà veramente dura. A giorni inizieranno finalmente i lavori per il rifacimento del sintetico del Tanca, ritardati solo dalla solita burocrazia che vige in Italia, e quindi dobbiamo onorare al meglio i grandi sacrifici che sta facendo la società».