La vittoria per 7-2 conquistata in Sardegna contro l’Ossi San Bartolomeo ha dato una bella spinta al morale ma soprattutto alla classifica della Cdm Genova che sale a quota 26 punti, sfrutta i pareggi di Milano e Carrè Chiuppano, agganciando i lombardi e allontanando ulteriormente i veneti.

Ma, come detto, i tre punti sono anche un bel balsamo per il morale, per affrontare al meglio la settimana di sosta (e di allenamenti) a cui la squadra sarà chiamata prima di tornare in campo sabato 23 marzo contro l’L84.

«Quando affronti l’ultima in classifica – commenta capitan Andrea Ortisi – sono sempre delle partite che nascondono delle insidie, specialmente se non vengono prese con la mentalità giusta. Noi siamo scesi in campo convinti e concentrati per ottenere i tre punti ed è stato un po’ più semplice. Non del tutto però, perché dopo i primi 15′ eravamo ancora 0-0. Loro sono una squadra molto chiusa, molto schiacciata e per questo diventa difficile fare gol».

«L’importante però era portarla a casa – prosegue – e anche aver messo minuti nelle gambe dei ragazzi che giocano un po’ meno. L’unica nota stonata è stata l’ammonizione di Andrea Lombardo, che era in diffida e quindi salterà la prossima partita. Un’assenza davvero pesante».

«Ora ci attende una settimana di sosta – conclude Ortisi – poi sabato prossimo sarà un’altra battaglia. Siamo in casa e vogliamo continuare il nostro cammino. Nel girone di ritorno stiamo facendo abbastanza bene e vogliamo chiudere al più presto la pratica salvezza. Complimenti a tutti i compagni, al mister e all’intero staff per l’atteggiamento messo in campo in una gara così difficile. Adesso ricarichiamo le pile e poi cerchiamo di riprendere il nostro cammino in campionato».