Comincerà ufficialmente lunedì, con il primo allenamento agli ordini di mister Lombardo ma già domani sera per la Cdm Genova  suonerà la “prima sveglia” della nuova stagione, con il classico incontro per la distribuzione del materiale ai giocatori. Ma quella che sta per scattare non sarà una stagione come tutte le altre, perché per i biancoblù genovesi si tratterà della prima in assoluto in Serie A, categoria inseguita per tutta una stagione e conquistata con un playoff a dir poco perfetto. 

Ai nastri di partenza di questa nuova avventura ci sarà ovviamente anche Andrea Ortisi, che questa nuova categoria l’ha vissuto tante altre volte con le maglie di Augusta e Maritime. Ma che effetto fa tornare in Serie A?

«E’ sempre una bella soddisfazione – ci spiega Ortisi – E’ una sensazione bellissima, ancor più bella perché non ho mai affrontato prima d’ora questo girone, quindi sono assolutamente affascinato e curioso di capire quali siano le forze e gli equilibri. Io finora ho sempre incontrato le squadre del nord solo nelle fasi finali ma non è proprio la stessa cosa che affrontarle nell’arco di un intero campionato. Detto questo, sarà sicuramente molto difficile anche perché ci sono squadre ben attrezzate. Ma anche noi saremo all’altezza, ne sono sicuro al 100%».

Cosa chiedi alla nuova stagione come tuo obiettivo personale? «Quello che chiedo sempre, cioé il mio sacrificio per tutti. Cerco di mettermi a disposizione del mister e della squadra, cercano di ritagliarmi i miei spazi perché nessuno qui parte con la sicurezza di giocare da titolare e tutti dobbiamo dare il massimo per guadagnarci la maglia e i minuti in campo. E poi cercherò di dare una mano più possibile alla squadra. Poi se arrivano anche i gol, come avvenuto lo scorso anno, ben venga».

Alla luce del mercato e dei nuovi arrivi, qual può essere l’ambizione della Cdm in questo nuova campionato? Oppure, da neo promossa, meglio partire a fari spenti e giocarsela partita dopo partita? «Al di là della salvezza, che chiaramente è da raggiungere a tutti i costi e il prima possibile – conclude Ortisi – dobbiamo divertirci e cercare di puntare ad altri obiettivi, come la Final Eight di Coppa Italia o anche i playoff. Partiamo per iniziare bene, partiamo concentrati e giochiamoci partita dopo partita, divertendoci tutti insieme e capiamo quelli che sono gli equilibri di questo girone. La prima cosa da fare, però, è mettere in cassaforte la salvezza nel minor tempo possibile. Poi vedremo…».

E allora, non resta che iniziare a sudare e a mettere energie nelle gambe e nella testa. Lunedì la squadra sosterrà il primo allenamento della sua stagione, in attesa di mettersi alla prova prima nelle due amichevoli dell’8 e del 15 settembre e poi negli esordi di Coppa di Divisione (il 22 settembre) e di Coppa Italia (il 29).

Ecco allora il roster col quale la Cdm Genova si appresta ad affrontare il suo debutto in Serie A:

Portieri. Paolo Lo Buglio, Yuri Pozzo, Francesco Sacco, Davide Vignolo.
Ultimo. Simone Foti, Gianluca Luise.
Laterali. Andrea Lombardo, Francesco Mannone, Matteo Piccaretta, Luan Costa, Leandrinho, Joao Paulo Mazzariol.
Universale. Andrea Ortisi, Eriel Pizetta.
Pivot. Caio Belinelli, Fabio Core, Francesco Inì.
Allenatore. Michele Lombardo.
Dirigenti. Mario Lombardo, Pino Foti, Massimo Sorio.
DG. Mino Paoletti.