Il Ceriale 2016/17 e’ orgogliosa di presentare i suoi “giovani” per il ritorno in Promozione.
Nella foto sono presenti dall’alto a sx Ancona (97), Brewer (98), Assone (2000), Gloria (99), Ardissone (98), Guarisco (98).
Tutti questi giovani calciatori hanno già vestito la maglia bianco blu nel campionato scorso, addirittura Brewer e’ stato il portiere meno battuto del campionato scorso e Guarisco, tra campionato e coppa, ha segnato 8 reti.
Tutti i ragazzi, ad eccezione di Brewer che è a Ceriale da 3 anni, provengono dalla scuola calcio della società, hanno fatto tutta la trafila dai piccoli amici alla juniores e dalla stagione scorsa si allenano con la prima squadra.

Il Ceriale continua, quindi, nel suo progetto di crescita e formazione per i ragazzi che crescono nel proprio settore cercando di dare a loro la possibilità di svolgere la propria passione, nella squadra in cui hanno mosso i primi passi calcistici. Solo l’utilizzo costante in prima squadra di questi ragazzi permetterà a loro di migliorarsi e di divertirsi per la maglia della squadra dove sono cresciuti.

Questo è l’obiettivo del Ceriale Progetto Calcio. La società ritiene che, in questi momenti di difficoltà economica generale, questa sia la politica da perseguire per quanto riguarda il calcio. In tanti affermano questo, ma in pochi poi attuano questa politica. Per quanto ci riguarda stiamo dimostrando con i fatti.
La pazienza, il tempo e la programmazione, sono gli alleati per poter puntare sul proprio settore giovanile.
Negli anni precedenti, Ceriale e Borghetto progetto calcio Calcio hanno dato 12 giocatori alle squadre professionistiche e da due anni, da quando si è sciolta la collaborazione con il Borghetto, la tradizione è proseguita con Gandolfo, Eddouri (2002) e Lattuchella (2004) al Genoa e Melegazzi (2003) all’Entella.

Nella foto mancano Chabras (98) e Rosso (97), anche loro cresciuti in casa, altri 2 ragazzi validi, che faranno parte della rosa della prima squadra, una rosa che vedrà quest’anno ben 18 elementi provenienti dal proprio settore giovanile. Una dimostrazione di passione e attaccamento alla maglia difficilmente riscontrabile da altre parti.
La società augura al mister Renda, al suo staff e ai giocatori una stagione ricca di soddisfazioni e conta di ritoccare ulteriormente la rosa prima dell’8 agosto, data del primo allenamento stagionale.