A poche settimane dal divorzio con il Bogliasco, Enrico Ragni si lancia in una nuova avventura con la Genova Beach Soccer, vestendo i panni dell’allenatore della squadra fondata da Nicolò Rossetti e Mattia Memoli, che proverà a strappare il pass per la Serie A di beach del prossimo anno, andando a dare battaglia nel playoff di serie B che si svolgerà a Napoli a fine luglio. Un’avventura, quella nel beach soccer, non proprio nuova per mister Ragni…

«Io sono originario di Vasto – spiega Ragni – città nella quale da anni è attiva la Vastese, una delle società più importanti d’Italia. Da ragazzino, quando andavo in vacanza, era quindi normale stare 3 o 4 ore in spiaggia a giocare a pallone sulla sabbia, anche se ancora non si chiamava Beach Soccer… Proprio per questo, quando la Genova Beach Soccer mi ha contattato, ho accettato molto volentieri. Poi sono stato contagiato dal grande entusiasmo di Nicolò Rossetti e di tutto il suo gruppo di ragazzi, perché ho capito subito che vogliono fare le cose per bene, per far sì che il beach non sia relegato al semplice ruolo di sport adatto ai mesi estivi ma possa diventare una disciplina da coltivare tutto l’anno. In questo senso, avere un impianto proprio, ci darà la possibilità di organizzare degli stage nei mesi invernali, magari nelle pause dei campionati dilettantistici a 11, così da amalgamare il gruppo e creare un movimento che lavori tutto l’anno».

Adesso, in casa Genova Beach Soccer ci si concentrerà prima di tutto sulla 5ª edizione della Liguria Beach Soccer Cup (di cui qui trovate il racconto della presentazione ufficiale tenutasi stamani in LND a Genova). Dodici squadre al via per il torneo che partirà lunedì 11 giugno e terminerà il 24 giugno con le gare di finale. A prendere parte ai 3 gironi di qualificazione ci saranno, in rigoroso ordine alfabetico, Avegno BS, Beach Pes United, Casellese, Crocefieschi, Equipe Romagna, Fottenham, GenovaLex, Genovarent, LOV, Riposa BS, SanCi BS e Tecnocasa BS, per un totale di 135 giocatori iscritti che, uniti ai tantissimi giovani e giovanissmi del Memorial “Giovinazzo” riservato agli Under, danno il quadro di un’altra edizione da record.