Dopo la promozione dello scorso anno, Davide Sighieri è tornato a calcare i campi dell’Eccellenza ma stavolta, per il talento ex-Sestrese, c’è un motivo d’orgoglio in più visto che indosso ha la maglia della Rivarolese e, al braccio, la fascia di capitano.

Davide, che sapore ha l’Eccellenza giocata con questa maglia, per te sicuramente particolare? «E’ una grande emozione – commenta lo stesso Sighieri – e un motivo di grande orgoglio per me, ancor di più perché posso scendere in campo con la fascia di capitano al braccio. Tutto questo però è anche sinonimo di maggiori responsabilità. Poi ogni domenica si va in campo sempre in 11 contro 11, in qualsiasi categoria».

Come valuti quest’avvio di campionato della Rivarolese? «Credo che abbiamo fatto davvero bene finora. Abbiamo perso solo due gare, peraltro contro Albissola e Imperia, due squadre che hanno un budget enorme rispetto al nostro e che mirano senza mezzi termini a vincere il campionato. Alla fine, penso che i punti che dovevamo fare li abbiamo fatti, anche se i due pareggi contro Ventimiglia e Moconesi, visto che siamo passati in vantaggio in entrambe le occasioni, avrebbero potuto essere altrettante vittorie. Per questo motivo, c’è un pizzico di rammarico ma ora dobbiamo solo pensare alla gara di domenica, contro il Magra Azzurri perché i tre punti ci rimetterebbero in pista al meglio».