Secondo turno infrasettimanale ormai alle porte in Serie D. Dopo quello di metà novembre, infatti, si torna in campo di mercoledì per la 15ª giornata di campionato, con un menu ricco e gustoso, come sempre. Ma vediamo i principali temi della giornata, che scatterà domani alle ore 14.30, con l’unica eccezione di Sanremese-Inveruno che partirà alle 15.

Savona – Fezzanese. Gli striscioni, dopo lo stop casalingo contro il Casale del 18 novembre, hanno raccolto un pareggio incorniciato da due vittorie, l’ultima delle quali proprio sabato sul campo della Folgore Caratese, grazie alla doppietta di Lombardi. Contro i Verdi, quindi, derby ligure che potrebbe consolidare il terzo posto o, nel migliore dei casi, addirittura spianare la strada verso il ruolo di prima antagonista del Lecco schiacciasassi. Di mezzo, però, c’è una Fezzanese a digiuno di vittorie addirittura dall’ormai lontano 14 ottobre, quando i tre punti arrivarono ai danni dell’Arconatese. Da allora, una lunga striscia di sconfitte e di pareggi, fino agli ultimi nei due derby contro Ligorna e Lavagnese. La classifica, adesso, rischia di tingersi di rosso, ma non per l’avvicinarsi del Natale.

Sanremese – Inveruno. Obiettivo della squadra di mister Lupo: scrollarsi di dosso le tossine della sconfitta di Lecco. Niente di meglio quindi che tornare subito in campo. Con inizio fissato per le 15.00, la Sanremese proverà a riprendere il proprio cammino, domani contro l’Inveruno e domenica in casa del Casale. Attenzione però ai milanesi, che sono imbattuti da 5 turni, reduci da tre vittorie e due pareggi.

Stresa – Borgosesia. Spareggio in zona rossa fra due squadre affamate di punti ma rinfrancate dalle recenti vittorie. Lo Stresa, con il colpaccio in casa del Bra, ha accorciato sulle dirette avversarie nella corsa salvezza ma il gruppone di centroclassifica, chiuso ad oggi proprio dal Borgosesia, resta distante ancora 2 punti. Preziose come l’oro, per gli ospiti, le ultime vittorie contro Borgaro Nobis e soprattutto Pro Dronero, proprio perché ottenute contro due “inquiline” delle zone basse della classifica. Fare il tris, per gli uomini di mister Didu, potrebbe voler dire davvero molto, sia in termine psicologici che di classifica.

Sestri Levante – Lecco. Dopo la sconfitta-beffa subita in casa del Ligorna solo pochi giorni fa, il Sestri Levante deve subito ritrovare testa e gambe per una sfida da far tremare le vene ai polsi. A far visita ai Corsari scende la capolista Lecco, capace domenica di battere anche la Sanremese, allungando in testa alla classifica e provando la prima vera fuga della stagione. Inutile dire che servirà il miglior Sestri dell’anno per tener testa alla corazzata bluceleste e, magari, anche qualche alchimia tattica di mister Celestini. Finora i rossoblù hanno ridotto al minimo i pareggi (appena 2!) ma un segno X contro questo Lecco ancora imbattuto avrebbe quasi il dolce sapore di una vittoria.

Pro Dronero – Folgore Caratese. Due squadre che devono assolutamente ritrovarsi, reduci entrambe da un periodo non proprio felicissimo con la Folgore che arriva da due sconfitte e la Pro Dronero addirittura da tre ko di fila, l’ultimo dei quali per 5-1 in casa del Borgosesia. I sei punti che attualmente distanziano le due squadre in classifica non sono pochi, specialmente in un torneo ancora così livellato come quello che stiamo vivendo ma, come abbiamo spesso visto in questa prima metà di campionato, le sorprese sono sempre dietro l’angolo. 

Milano City – Bra. Padroni di casa a secco di vittorie da un mese, ospiti con l’obbligo di rifarsi dopo lo scivolone casalingo di domenica scorsa contro lo Stresa. Milano City-Bra ha tutti gli ingredienti per far sperare in un match tutt’altro che scontato, anche a dispetto degli 11 punti che attualmente dividono le due formazioni. 

Chieri – Lavagnese. Trasferta in Piemonte per la Lavagnese. Non a Chieri però ma al “Censin Bosia” di Asti per questo turno infrasettimanale che vedrà la squadra ligure andare a caccia di quel successo che manca da ben sei turni, dal 4 novembre scorso, quando i ragazzi di Luca Tabbiani si imposero a Bra per 3-1. Da allora, solo una sconfitta ma anche 5 pareggi che hanno rallentato e non poco la corsa dei bianconeri. 

Borgaro Nobis – Casale. Sfida dai destini diametralmente opposti: 5 sconfitte di fila con 11 gol al passivo contro 5 vittorie di fila con 10 gol segnati. Borgaro-Casale è una partita agli antipodi o quasi! L’ultima della classe, staccata di 6 punti dall’avversaria più vicina contro una delle formazioni più in palla del momento, capace nelle ultime settimane di risalire fino al quarto posto in classifica. Destino già scritto? Forse… ma nel calcio non tutto va come la classifica comenda.

Arconatese – Ligorna. Dopo essersi scrollato di dosso la pareggite di cui sembrava affetto nelle ultime domeniche, il Ligorna di Luca Monteforte prova a dare continuità alla bella vittoria nel derby contro il Sestri Levante, andando a render visita all’Arconatese, squadra in lotta per non farsi risucchiare nei bassifondi della classifica dopo 4 turni a secco di vittorie. Anche perché domenica, a Genova, arriva la corazzata Lecco e quindi sarebbe meglio mettere fieno in cascina con avversari più… alla portata.