ENTELLA SITUAZIONE SEMPRE PIU’ CAOTICA: ORA I GIOCATORI ENTRANO IN SCIOPERO

Il caso riammissione e ripescaggi sta continuando a tenere banco dopo la recente elezione GRAVINA ha deciso di far tornare tutti i club in attività agonistica in attesa che la giustizia sportiva facesse il suo corso. La Società della Virtus ENTELLA in un primo momento rimaneva ferma sulle sue posizioni in attesa che il 6 novembre il TAR si esprimesse sul caso, criticando la scelta del nuovo presidente. La LEGA -PRO negava la possibilità di posticipare la gara casalinga con il PISA di domenica prossima minacciando di assegnare lo 0-3 a tavolino. A quel punto, ieri, il presidente GOZZI come gesto distensivo, si è allineato al resto del club coinvolti ed ha dato la sua disponibilità a tornare in campo domenica al comunale per giocare contro i nero azzurri toscani.

Tutto questo fino a ieri.

Oggi i giocatori rinnegano la decisione della società e hanno deciso di entrare in agitazione e di fare sciopero in virtù del fatto che si è aspettato molto e si poteva aspettare almeno fino al 6 novembre, data in cui il TAR dovrebbe sciogliere la matassa i questione.

Ora si spera in un cenno di solidarietà da parte dei giocatori del PISA che siano solidali con quelli dell’ENTELLA. Diversamente pare inevitabile lo 0-3 nei confronti della società.

La situazione è sempre più caotica e il nostro calcio professionistico sempre meno credibile