Dopo la bruciante sconfitta di una settimana fa nella finalissima di Coppa Italia, il Moconesi ritrova sulla propria strada la Sestrese, nella sfida di campionato che domenica vedrà le due squadre protagoniste. Troppo vicina nel tempo la delusione di Coppa per non averla ancora stampata negli occhi e nella mente per i ragazzi di mister Foppiano.

«Sulla finale di Coppa non voglio proprio dire nulla, sono in silenzio stampa – taglia corto Mauro Foppiano – Loro hanno strameritato di vincere questa Coppa e le 350 persone che erano presenti allo stadio hanno visto con i loro occhi l’accaduto e si saranno fatti la loro idea. Non ho altro da aggiungere».

Domenica vi ritroverete una di fronte all’altra: l’occasione per una rivincita (solo morale ovviamente) per voi? «Assolutamente no – precisa il tecnico del Moconesi – Sarà una partita come le altre. Noi abbiamo 24 punti, loro 17 e ci saranno 3 punti in palio come al solito. Non c’è altro. Massimo rispetto per la Sestrese che è una grande squadra, con grandi valori, una grande società ma noi andremo a Borzoli a fare la nostra partita come sempre. Nessuna rivincita. Noi siamo quindi e nessuno ci ha regalato nulla. Domenica proveremo a far punti anche in casa loro per avvicinarci ancora di più alla salvezza. Tutto qui».