L’ex mister di Molassana, Arenzano e Little Club G. Mora, Gianni Baldi, fa le carte ai tre principali campionati liguri: l’Eccellenza, la Promozione A e la Promozione B.

<In Eccellenza, anche se è prematuro poiché siamo solo agli inizi, credo che Vado, Imperia ed Albissola abbiano dato dei piccoli segnali importanti, poi c’è la sorpresa Rivasamba che ha effettuato subito due squilli, senza dimenticarsi di Voltrese e Genova Calcio che senza dubbio a ridosso delle prima ci arrivano, e con un pizzico di fortuna in più potrebbero sempre puntare in alto>.
Scendendo in Promozione, Baldi traccia un analisi dei due raggruppamenti che ben conosce per aver guidato per anni diverse squadre.
<Nell’A, Pietra Ligure senza dubbio favorita, mentre il Bragno ha un allenatore giovane e molto intelligente come Cattardico, più una società assai ben strutturata, il Varazze si è molto attrezzato, in primis in porta, poi l’altro Piovesan e Grabinski su tutti, quindi la Cairese per il prestigio e le ambizioni. Non dimentico il Legino, squadra scorbutica, in casa loro è sempre difficile strappare punti>.
<Il girone B è partito in maniera equilibrata, bisogna vedere di che potenza è questa Forza e Coraggio che viene dallo spezzino ed è una matricola. Il Baiardo sotto la guida di Poggi è una garanzia, il Serra Riccò ha elementi, società e giocatori per puntare in alto, l’Athletic Club Liberi ha ottimi giovani di prospettiva e possono puntare all’alta classifica. Ma io faccio tifo per due mie squadre del passato dove mi sono trovato benissimo. Molassana con i giovani e il Little Club G. Mora ha un allenatore – ragazzino che sa il fatto suo, non c’è nemmeno bisogno di fare il nome. Con i nomi che ha può fare un campionato diverso dagli altri anni>.