Il “pasticciaccio brutto” di domenica mattina, con i supplementari disputati fra Carignano e Pro Pontedecimo che “rischiavano” di invalidare il risultato del campo della finale playout, vede finalmente la parola fine: il Giudice Sportivo, infatti, ha omologato l’1-1 maturato alla fine dei 90′ regolamentari, confermando così la salvezza del Carignano e la retrocessione della Pro Pontedecimo.

Ecco le motivazioni della sentenza apparse sul Comunicato Ufficiale:

«Dal supplemento allegato al referto della gara Carignano – Pro Pontedecimo Calcio si evince che l’arbitro ha ritenuto opportuno far disputare due tempi supplementari in aggiunta ai tempi regolamentari , avendo interpretato in tal senso le indicazioni ricevute dai propri organi superiori. Verificato che, tuttavia, tale prosecuzione di gara non avrebbe dovuto essere disputata, non essendo prevista da regolamento , ma considerato , altresì, che il punteggio risultante al termine dell’incontro è rimasto quello che era stato conseguito al termine dei tempi regolamentari e che, pertanto, la disputa dei tempi supplementari non ha influito in alcun modo sullo svolgimento dell’incontro né ha cagionato alcun danno in capo alle due Società, questo Giudice delibera di omologare il risultato conseguito sul campo ( 1 – 1 )»