Guido Poggi lascia il BOGLIASCO

Dopo 4 anni Mister Guido Poggi lascia la guida tecnica della prima squadra del BOGLIASCO.

“Lascio nel momento giusto e con piacere perché a sostituirmi sarà Francesco Girardi il quale, e lo dico senza giri parole, posso definire un mio pupillo, non fosse altro che l’ho conosciuto per la prima volta quando aveva 5 anni e venne al BAIARDO.

Ho avuto il piacere di conoscere anche la sua famiglia e il papà con cui instaurai un ottimo rapporto e lo ricordo ancora con affetto e stima. Dal mondo in cui è andato sarà contento di questo avvicendamento anche perché io aiuterò sempre suo figlio Francesco. Ci si potrebbe chiedere perché. La risposta è semplice. Con lui si è instaurata una sintonia che va al di là del semplice rapporto di campo. Non dimentico che Francesco Girardi, per me, fece scelte difficili e che non avrebbe mai fatto nessun altro.Mi è stato vicino nei momenti più complicati.

Ritengo che la scelta di puntare su di lui vada fatta anche perchè  è stato anche l’allenatore della Juonires del 2005. Una squadra fortissima, e il BOGLIASCO ha bisogno di attingere a forze fresche che stanno al proprio interno per poter crescere ulteriormente e tornare, con Girardi allenatore, nel campionato di Eccellenza.

Colgo l’occasione per ringraziare il Presidente Bagliano al quale ho visto fare cose umanamente mai viste prima nella mia esperienza nel mondo dei dilettanti.

Inoltre ringrazio i dirigenti Pino Pellegritti e Marco Pratolongo.

Ringrazio lo staff con cui ho lavorato e condiviso i successi: Padula, Supini, D’Addeo, Notaro e appunto Girardi.

Un saluto e un ringraziamento particolare va a coloro che per 11 anni mi hanno seguito e sono i giocatori: Boschini, Orecchia, Gianluca Poggi.

Ho visto la loro evoluzione che li ha trasformati da ragazzi a uomini e padri di famiglia.

Ovviamente saluto anche tutti gli altri ragazzi che hanno fatto parte della rosa della 1ª squadra e che mi hanno seguito sempre con dedizione e stima.

A tutti loro devo dire grazie per quello che hanno fatto.

In questi giorni il telefono è suonato spesso per avere notizie sui giocatori PINTUS e BALLARI.

Spero che possano rimanere a BOGLIASCO per tornare assieme a Girardi in Eccellenza.
Nel caso andassero via la priorità verrà data alle società che si sono avvicinate con correttezza contattando il BOGLIASCO prima di farlo con i giocatori.

Nel nostro mondo ritengo debba esserci quel senso di rispetto e correttezza tra le società che spesso non avviene.

In molti dovrebbero prendere esempio da Beppe Maisano e Andrea Dagnino due dirigenti che, quando sono interessati ad  un giocatore, avvisano la società di appartenenza delle loro intenzioni cercando una soluzione che possa far contenti tutti. Il futuro? Tra non molto saprete quello che farò. Ma al momento preferirei non aggiungere altro.”