All’indomani Del raggiungimento del terzo posto Bencardino si dimette.

Grazie a CLAUDIO MANDICA di Calcio Flash Ponente, fonte da cui prendiamo l’intervista integrale, e alla segnalazione di Fabio Molinari,abbiamo le prime dichiarazioni dell’ex mister dell’IMPERIA:

“Da questa sera rassegnerò le mie dimissioni perchè è giusto farsi da parte, lascio campo libero a chiunque acquisisca la società, vista l’attuale trattativa in corso. Voglio ringraziare l’attuale società per avermi messo a disposizione questa rosa e sopratutto ringraziarli per essere stati coerenti il primo mese, sono stati coerenti con le loro e le mie scelte nonostante i risultati non positivi, hanno capito fosse un momento di caos vista la fuoriuscita di diversi giocatori dalla rosa. Voglio ringraziare questo gruppo di ragazzi fantastici, un gruppo fantastico che ho allenato con grande piacere. Voglio ringraziare anche chi stà dietro le linee partendo dal Direttore Sportivo Sassu che ha fatto bene il suo lavoro, anche lui si è trovato a Dicembre con una situazione piuttosto precaria con 13 giocatori usciti dalla rosa e con 3 giocatori arrivati, non è da dimenticare che questa attuale rosa costa dai 2-3.000 euro al mese in meno, possiamo sicuramente ritenerci soddisfatti raggiungendo un risultato ottimale con una rosa a costi ridotti rispetto a quella precedente. Vorrei ringraziare il mio secondo Annibale perchè mi serve in molte cose, ha un ruolo molto importante per me, è una persona squisita. Vorrei ringraziare il preparatore dei portieri Stefano Prato, che ha fatto un ottimo lavoro ed è una persona molto discreta, non dà mai giudizi, un’ottima sopresa per me anche se lo conoscevo già dai tempi del Ventimiglia. Vorrei ringraziare le persone che ci stanno sempre vicine, a iniziare da Benedetto Antonio che è sempre stato vicino a noi e fà da cuscinetto tra noi nello spogliatoio. Vorrei ringraziare la fisioterapista Giulia Bianchino che anche lei è professionale e squisita come persona. Vorrei ringraziare il segretario Antonio Giovane, sempre puntuale a organizzare le trasferte e sempre molto attaccato a noi e per ultimo vorrei ringraziare la famiglia Giglio non ultimi per demerito ma per importanza perchè è una famiglia che tratta noi come figli perchè fanno da mangiare per noi, lavano le nostre cose, ci seguono la Domenica tutta la famiglia perciò non possiamo non essere grati a questa famiglia. Non sò come andrà a finire ma è giusto che io faccia un passo indietro per rispetto a questa cordata che vuole acquisire la società e per rispetto nei loro confronti preferisco farmi da parte da solo, se servirò e mi vorranno sapranno dove trovarmi ma io nella mia carriera da calciatore così come quella da allenatore non mi sono mai offerto ma mi hanno sempre cercato al contrario di altri miei colleghi che si propongono alle società e questo io non lo farò mai, voglio uscire con dignità e a testa alta, se servo ci sarò se non servo non fà niente farò comunque la mia strada. Ringrazio anche l’addetto stampa Claudio Mandica per il bel rapporto che abbiamo instaurato a livello giornalistico. Grazie a tutti.”