L’IMPERIA VINCE CONTRO IL VARESE IN DIRETTA NAZIONALE. CAPRA: “PARTITA MASCHIA”

di Davide Firpo

Il calcio locale manca a tutti.

Quelle domeniche allo stadio, in campo, in panchina. Insomma, a respirare aria di sport.

Ieri, per il piacere degli appassionati liguri e non, si ha avuto modo di guardare in televisione, precisamente su Sportitalia, una partita che metteva di fronte una squadra storica come il Varese, funestata da assenze e ultime annate disastrose, e una che noi della zona conosciamo molto bene: l’Imperia.

I ragazzi di mister Lupo, ieri in tribuna anche se, a furia di andare avanti e indietro per novanta minuti, avrà corso quasi quanto un calciatore, erano chiamati ad affrontare una sfida non così facile. Certo, le assenza varesine pesavano molto, ma la palla è rotonda e, per la new entry Imperia, nulla dev’essere lasciato al caso.

E così è stato.

L’eurogol di Sancinito, definito tale anche dai telecronisti, e il rigore di Donaggio nel finale di gara, portano tre punti molto importanti in quel di Imperia, che permettono di salire la classifica e di affrontare le prossime gare con ancor più fiducia. Nove punti in sette giornate non sono un cattivo bottino, anzi, si trattano di numeri che bisognerà incrementare con tanto lavoro. Questo perché si è vista un’Imperia niente male. Certo non sempre pimpante, ma capace di leggere bene i momenti della partita e saper soffrire da squadra ai disperati attacchi varesini, con alcuni episodi molto contestati da quest’ultimi. Polemiche a parte, il raddoppio dell’ottantasettesimo ha sancito, perché prima ci ha pensato Sancinito (…), la vittoria dei neroazzurri.

Ovviamente, i nomi dei due marcatori, sono stati inseriti tra quelli dei migliori in campo. Un gol come quello di Sancinito non capita tutte le domeniche e, nonostante non sia stata tanto incisivo davanti, la caparbietà e lo spirito da lottatore di Donaggio è stato premiato con un gol.

Però, a far compagnia a questi due giocatori, c’è sempre il solito jolly del mazzo di Alessandro Lupo:

 

Edo Capra, l’estro di Finale Ligure. Nessun gol ma tante giocate “alla Capra”, che riescono sempre a portare qualcosa di buono allo sviluppo del gioco. Infatti, quando si ha la fortuna di avere a disposizione un calciatore del genere, si sa perfettamente che giocate del genere possono portare la gara a proprio favore.

A commentare con noi la partita c’è proprio il numero 7 neroazzurro.

Ciao Edo, che partita è stata?

“É stata una partita maschia contro una squadra di blasone. Ci tenevamo particolarmente a far bene e siamo riusciti a mettere la gara sui binari giusti: c’è stato l’eurogol di Sancinito e, da lì in poi, siamo riusciti a difendere bene, chiudendo tutti gli spazi, fino ad arrivare al raddoppio definitivo a fine gara di Donaggio. Penso che questi siano tre punti che ci permettono di guardare con ancor più fiducia al futuro, con due settimane per preparare la prossima partita, in un campionato molto strano. Ora si recupera e ci faremo trovare pronti, sperando di tornare alla normalità anche come calendario”.

E sulla presenza della televisione? Sei stato messo tra i migliori in campo. Bella sensazione?

“Sì sì, bella giornata ma in campo non si è avvertita una particolare pressione per la loro presenza, per fortuna direi. Sono felice che mi abbiano messo tra i migliori in campo, ma penso che ci siano stati altri giocatori ad aver fatto una partita fuori dalle righe e meglio della mia: penso a Giglio, Sancinito, Scannapieco e a De Bode”.

Torna alla home 

Visita il nostro canale YouTube