Una vittoria d’impatto, quella che la Cdm Genova raccoglie in casa della Gisinti Pistoia, guadagnando così l’accesso ai sedicesimi di finale della Coppa Italia. Una vittoria, fra l’altro, che ci voleva proprio per i ragazzi di Stefano Pinto dopo due pareggi di fila, che sono anche costati il primo posto in classifica in campionato, e l’eliminazione dalla Coppa di Divisione ad opera dell’IC Futsal, squadra di due categorie superiore.

«Non è stata una partita facile – ammette mister Stefano Pinto, tecnico della Cdm – Anzi, devo dire che noi nel primo tempo siamo partiti un po’ contratti e loro hanno fatto meglio. Poi però, come spesso capita in questo sport, nel loro momento migliore siamo stati bravi a trovare il vantaggio con Ortisi. Poco dopo abbiamo fallito il 2-0 e, sulla ripartenza, abbiamo preso il pareggio su un tiro dalla distanza deviato sottomisura. Nel secondo tempo, invece, devo dire che abbiamo davvero meritato. Siamo andati di nuovo in vantaggio, poi è arrivato il 3-1 e abbiamo anche avuto le occasioni per chiuderla ma dobbiamo imparare ad essere più cattivi sotto porta. Alla fine, poi, loro hanno provato a giocarsi anche la carta del portiere di movimento ma ci siamo difesi bene, senza rischiare granché». 

Una sfida, quella con Pistoia, che probabilmente sarà il filo conduttore di tutto il resto della stagione visto che la Gisinti attualmente guida la classifica in campionato, con appena due punti di vantaggio sulla coppia Cdm Genova-Olimpia Regium.

«Devo ammettere che il 7-1 con cui Pistoia martedì ha eliminato il Grosseto, squadra di A2, dalla Coppa della Divisione un po’ mi aveva preoccupato ma in questo sport ho ormai imparato a prendere con le molle tutti i risultati perché, nel calcio a 5, a volte rischi di vincere o perdere con un punteggio molto pesante anche per dei dettagli. Conta molto di più la prestazione che metti in campo, rispetto al risultato finale. Questa vittoria? Prima di tutto ci permette di passare delle buone feste e poi ci dà una bella iniezione di ottimismo, che ci voleva proprio dopo due pareggi».

Dopo quest’ultima fatica, infatti, la Cdm si godrà qualche giorno di meritato riposo, prima di tornare in palestra per preparare al meglio la prima del 2018, in casa contro i pisani del Montecalvoli al Paladiamante il prossimo 6 gennaio alle 14.30. Poi, sabato 13 gennaio, la squadra di Pinto tornerà in campo per il secondo turno di Coppa Italia contro il Sant’Agata,con il campionato che osserverà un turno di riposo. I bolognesi, infatti, si sono imposti in un girone di ferro, mettendo in riga prima il Bagnolo per 7-5 e poi l’Olimpia Regium per 10-8. Le altre squadre del girone a qualificarsi sono state l’Elba 97 ai danni del Massa (3-3 all’andata in trasferta e addirittura 10-4 in casa) e la Poggibonsese (4-2 al San Giusto e 8-4 alla Sangiovannese). Chi riuscirà ad avere la meglio fra Cdm e Sant’Agata dovrà quindi conquistarsi l’accesso all’ambita Final Eight battendo la vincente di Elba 97 – Poggibonsese.