Se si tratta di un sogno, per favore, non svegliateli! La Cdm Genova si arrampica sempre più in alto in classifica e, al suo campionato d’esordio in Serie A2, si appresta a vivere la seconda sosta con 11 punti già messi in carniere nelle prime 7 giornate. Un bottino storico, strabiliante ma anche conquistato con pieno merito, convinzione e con tanto, tanto lavoro.

Il 9-2 con cui la truppa di Michele Lombardo ha strapazzato il fanalino di coda Ossi San Bartolomeo però non deve ingannare. I sardi non sono venuti a Genova per una scampagnata e, nonostante i tanti problemi societari con la diaspora degli stranieri, Fiori e compagni hanno onorato l’impegno con grandissima professionalità. Chapeau!

La Cdm però voleva e doveva dimostrare che lassù, insieme alle grandi del campionato, non c’è arrivata per caso e lo ha fatto con un primo tempo praticamente perfetto, senza Luan Costa ancora ai box per infortunio e con Leandrinho tenuto precauzionalmente a riposo, per riaverlo al 100% fra due settimane contro l’L84. Mazzariol è in una di quelle sue giornate, quelle in cui non lo fermi nemmeno legandolo a un trattore e in cui trasforma in oro ogni singolo pallone che tocca. Al 3′ la sblocca lui su assist di Pizetta poi firma il raddoppio di testa (non proprio la specialità della casa, diciamo…) su rilancio lungo di uno Yuri Pozzo semplicemente straordinario in questo suo avvio di stagione.

L’altro brasiliano, Eriel Pizetta, non vuol certo essere da meno e così sigla anche lui una doppietta nel giro di un paio di minuti. Prima con un vero missile che buca le mani del pur bravo Argilli, poi con una discesa sulla fascia conclusa con un sinistro chirurgico a incrociare sul secondo palo.

Mister Lombardo dà allora spazio a chi ha fin qui giocato meno: Core e la sua voglia di segnare il primo gol in Serie A2 sbattono sul palo, poi Piccarreta va vicino al gol dopo uno slalom speciale fra i giocatori dell’Ossi. Appena il tempo di registrare il secondo legno di un Fabio Core tanto bravo quanto sfortunato, che la Cdm chiude definitivamente la pratica. Pizetta regala un altro assist a Mazzariol per il 5-0, poi però si mette in proprio e con un destro secco manda tutti a bere un thé caldo sul 6-0.

Nella ripresa, l’Ossi approfitta di un calo di attenzione dei padroni di casa e accorcia prima con De Martis su punizione, poi con… Pizetta. Corona scende centralmente, Lo Buglio gli si fa incontro ma il tiro del giocatore sardo si stampa sul palo, la palla schizza sulle gambe del numero 8 della Cdm e carambola in rete. Un’autogol degno della Gialappa’s!

Mazzariol però rialza subito l’attenzione dei suoi compagni, mettendo in rete il gol del 7-2 al 31′, poi Pizetta centra il terzo palo di giornata, prima che Ortisi scheggi la traversa con un pallonetto dalla distanza. Nel finale, la Cdm arrotonda ancora il proprio bottino. Indovinate con chi? Proprio loro, Mazzariol e Pizetta. Il numero 22 porta a 5 i suoi centri nel match, Eriel si ferma “solo” a 4. Oggi, il successo dei biancoblù si tinge di verdeoro.

Sabato prossimo, altra sosta per il campionato di A2, con la Cdm che tornerà in campo il prossimo 8 dicembre per la difficile trasferta in casa dell’L84. Intanto, però, godiamoci ancora un po’ una classifica così bella da stropicciarsi gli occhi.

Vuoi rivedere la partita Cdm Genova-Ossi San Bartolomeo? Clicca qui!! Primo TempoSecondo Tempo