Continua l’iniziativa di “Dilettantissimo” sulle società (prima squadre) che, ahinoi, non esistono più. La seconda puntata parla del MERLINO 8 MARZO di Sestri Ponente (la prima fu dedicata al GALATA, scomparsa nel 2016).
Abbiamo ascoltato il responsabile arancioverde Roberto Ravenna, in passato colonna dei ponentini in prima squadra, in Terza, Seconda e Prima Categoria. <La scelta del Merlino di abbandonare la Prima Categoria è stata dolorosissima, il gruppo che si era salvato era eccezionale, ma purtroppo divergenze con gli sponsor dell’epoca non ci hanno permesso di proseguire nel mondo degli adulti. Quindi abbiamo puntato solo sull’Attività di Base. Per quanto riguarda le nostre leve, abbiamo dal 2007 al 2011. Purtroppo i 2006, per questioni non legate a noi stessi, hanno rinunciato parecchi bambini andando da altre parti, in effetti la concorrenza degli altri team di Sestri Ponente si fa molto sentire. Noi siamo una piccola società, anche se ben strutturata. In effetti, l’appeal nostro rispetto a Sestrese e Genova Calcio, che vantano prime squadre in Eccellenza, è minore. I 2007 sono una buona leva, i 2008 abbiamo parecchi bambini ed anche di valore. Ottima la leva 2009 e i misti 2010-2011, che promette bene, inoltre abbiamo iniziato a lavorare con i piccolissimi del 2012, ad oggi sono in quattro. L’idea di poter proseguire sugli Esordienti è già stata presa in considerazione, anche perché abbiamo una leva validissima come quella del 2007 che sono anche in tanti, circa 20. Dal 2018 potremmo senza problemi portarli in un campo a 9 per svolgere il campionato Esordienti>.
Ma il Merlino potrà un giorno ripartire dalla Terza Categoria? Ha lasciato davvero un grande vuoto nel panorama dilettantistico ligure e genovese in particolare. <Al momento la escludo, sentendo anche lo storico presidente D’Imporzano e il vice presidente Traverso – ammette lo stesso Ravenna – Occorrono almeno tre anni per progettare il tutto; non abbiamo un settore giovanile, ma solo la scuola calcio. In teoria si potrebbero pescare ragazzi del ’99 e del 2000 che erano con noi in passato, ma non è semplice. Anche perché i campionati di grandi federali sono molto costosi. Inoltre noi due anni fa abbiamo investito una bella somma per rifare il manto erboso del campo del Merlino, era in condizione inaccettabile, tra l’altro soldi nostri, non abbiamo chiesto denaro a nessuno>.

Di Andrea Bazzurro