Ben ritrovati con la nostra attesissima moviola, come sempre ricca di episodi. Prima di partire, però, ci teniamo a ricordare che qui parliamo di dilettanti e che, se gli errori vengono commessi in Serie A con la VAR, è normale vedere errori in queste categorie. Ed ora, partiamo e cominciamo dalla Serie D.

Savona – Arconatese 1-0 ► Guarda il video
L’assistente Piaschedda salva la Sig.ra Finzi che sul rigore del Savona in un primo momento annulla inspiegabilmente il gol, ma poi appunto l’assistente torinese la corregge e permette meritatamente ai savonesi di essere in vantaggio.

Borgaro-Sanremese 1-1 Guarda il video
Rigore inspiegabile al 90′ per il Borgaro, che lascia l’amaro in bocca ai matuziani. L’attaccante ospite cade in area ma non c’è nessun contatto. Errore grossolano.

Genova Calcio – Rapallo 0-0Guarda il video
Unico episodio da analizzare è quello che lascerà il Rapallo privo di Rossi nel derby contro la Sammargheritese. Espulsione che ci lascia molto perplessi: Rossi ed il suo avversario tengono la posizione trattenendosi l’un l’altro ed all’arrivo del pallone cadono a terra: non c’è assolutamente nulla e infatti nessuno dice niente. Espulsione inspiegabile.

Cairese – Sammargheritese 1-3 ► Guarda il video
Gara con mille polemiche in quel di Cairo Montenotte, dove la Sammargheritese porta via 3 punti importantissimi per la classifica. Molti episodi, tanto da portarci a produrre un filmato esclusivo sugli episodi che vedono la Cairese chiedere più volte il penalty. Il primo episodio lascia qualche dubbio. Rivedendolo più volte, il contatto è netto, ma la caduta accentuata da parte dell’attaccante inganna il direttore di gara.
Secondo episodio: incursione dei valbormidesi che trovano l’uscita del portiere ospite sul pallone, tanto che il pallone cambia palesemente direzione e solo successivamente lo scontro. Anche qui giusto non assegnare nulla.
Terzo episodio e qui a mio avviso l’errore c’è. Il contatto è irruento e scomposto, il movimento del pallone anche in questo caso ci aiuta, facendoci percepire che sia stato “preso” solo l’uomo. Per me questo è calcio di rigore. Nonostante l’attaccante non avesse più la possibilità di prendere il pallone, l’intervento rimane ingenuo.
Quarto e ultimo episodio: la palla va verso il laterale, l’attaccante valbormidese e il difensore si impuntano per difendere la palla e cadono. Corretta la decisione di lasciar proseguire.

Bogliasco – San Bernardino 3-1 ► Guarda il video
Episodio da rivedere quello sul quale viene assegnato un rigore al San Bernardino, per una spinta in area. Anche se leggero, il contatto c’è. Quello che lascia perplessi è il provvedimento disciplinare: l’espulsione è assolutamente sbagliata e non c’è alcuna motivazione per estrarre il rosso.