<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- Barra Home Classifiche Dinamico --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-5157180716173565" data-ad-slot="6536486539" data-ad-format="auto"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>

La Rivarolese è a un passo dalla storia. La gloriosa compagine della val Polcevera (al “Torbella”, il quartier generale degli “avvoltoi” del patron Mauro Sighieri, c’è ancora la foto di un Rivarolese – Juventus tra le due guerre con l’impianto genovese straboccante) affronta domenica al “Grondona” di Pontedecimo gli spezzini dell’Ortonovo nella finalissima dei play off di Promozione girone B. Ai giallorossoneri il vantaggio di giocare in casa la partita secca e di avere due risultati su tre a disposizione. L’Ortonovo, trascinato dalla stella Rosati, nelle semifinale secca hanno sbaragliato in trasferta l’Athletic Club Liberi con un secco 1-3. Prevista una degna cornice di pubblico e una super coreografia. Per tutti parla il responsabile dell’area comunicazioni della “Riva”, Medulla, arrivato a stagione in corso e autore di un proficuo lavoro: <Massimo rispetto per l’Ortonovo, ma noi vogliamo vincere e salire in Eccellenza, i ragazzi sono carichi al punto giusto. Inoltre stiamo già programmando una super stagione, anche per quanto riguarda il settore giovanile e la scuola calcio, con un nuovo direttore tecnico e il raddoppio degli attuali numeri dei tesserati. Ma per ora concentriamoci sulla partita dell’anno di domenica>.

<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- Barra Home Classifiche Dinamico --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-5157180716173565" data-ad-slot="6536486539" data-ad-format="auto"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>