L’ex direttore sportivo del Ligorna (una vita trascorsa nel club di via Solimano) Claudio Corbelli analizza per noi in esclusiva i risvolti del campionato d’Eccellenza. Corbelli, nella sua lunghissima carriera nel mondo del calcio, ha conosciuto solo una parola: i colori biancoblù del Ligorna, prima da giocatore e poi da dirigente, fin dai tempi della Prima Categoria con Alfredo Dolcino in panchina e poi nella scalata in Promozione B, Eccellenza ed infine in serie D girone A.

“Alla luce delle prime cinque giornate di campionato, la classifica è corta tra la seconda e la terz’ultima ci sono 4 punti, grosse sorprese non ce ne sono. L’Albissola è stata costruita per vincere ed +è prima in classifica, in più ha un allenatore molto bravo, Luca Monteforte, e vincente che io conosco molto bene per averlo avuto al Ligorna. La Rivarolese sta facendo bene, ma anche qui c’era da aspettarselo visti gli importanti acquisti estivi (Donato, Oliviero, Memoli, ndr). Non mi sarei aspettato il Magra Azzurri a zero punti e credevo qualche punto in più in casa Busalla. Se mi permetti vorrei fare un grande in bocca al lupo a mister Pandiscia della Sestrese, che è stato con me al Ligorna sia da giocatore che da allenatore della Juniores e da mister in serie D dove ha ottenuto una strabiliante salvezza al primo tentativo in un girone difficilissimo con team piemontesi molto forti. In bocca al lupo Antonio!”.