Alzi la mano chi avrebbe mai ipotecato fino a qualche anno fa che lo Sciarborasca, espressione di una frazione alle spalle di Cogoleto, nell’estremo lembo della provincia di Genova al confine con Savona, potesse mandare al tappeto il blasonato Arenzano. Una società, quelle biancorossonera, che fino a pochi anni fa ha gravitato per due stagioni in serie D con il vecchio marchio del Borgorosso Arenzano. I numeri sono impietosi: lo Sciarborasca ha solo la prima squadra e al massimo ha militato in Prima Categoria, l’Arenzano vanta dalla Juniores fino ai Piccoli Amici del 2010 – 2011. Eppure domenica mattina si è assistito a un autentico miracolo sportivo con la vittoria all’inglese dei gialloblù. Per tutti parla lo storico presidente dello Sciarborasca Carlo Schelotto: <Sono contentissimo, abbiamo fatto una grande partita, in pratica non abbiamo fatto giocare l’Arenzano. Ho notato una grande prestazione, un grande sacrificio. Già all’andata non avevamo perso contro l’Arenzano, si tratta senza dubbio di un risultato giusto. Incredibile che uno dei due che ha segnato era un giovane dell’Arenzano, per tutti una soddisfazione grandissima>:

Di Andrea Bazzurro