Si è spento oggi, dopo una lunga lotta contro la malattia, Claudio Pieri. Per anni, dal suo esordio in Serie A nel 1975 con Inter-Roma (0-2 per i capitolini), era stato uno degli arbitri più conosciuti ed apprezzati dell’intero panorama italiano, raccogliendo riconoscimenti e diventando internazionale nel 1983.

Iscritto prima alla sezione di Genova e poi di Chiavari, si ritira nel 1987 dopo aver diretto 137 gare in Serie A ed inizia la carriera come dirigente dell’Aia, arrivando ai vertici del C.R.A. Liguria e contribuendo a formare tante nuove leve arbitrali come il figlio Tiziano, Andrea De Marco e Mauro Bergonzi. Nel 2001 diventa designatore della CAN D e poi, dal 2005, della CAN C.

Molto conosciuto a Rapallo dove spesso lo si vedeva in giro, Pieri stava però male da parecchio tempo ed era stato ricoverato pochi giorni fa per le complicazioni di una brutta broncopolmonite.

Alla famiglia Pieri, agli amici e ai tanti colleghi di ieri e di oggi, le più sentite condoglianze dalla redazione di Dilettantissimo.