In casa Moconesi si contano ormai i minuti che separano dalla sfida di stasera contro la Sestrese, per la finalissima della Coppa Italia di Eccellenza. Una partita, quella che si giocherà dalle 20.00 al “Macera” di Rapallo, che potrebbe davvero scrivere una pagina incredibile della storia della società e Mauro Foppiano, che questa storia l’ha già scritta insieme ai suoi ragazzi negli ultimi anni, lo sa benissimo e vuole godersi ogni momento di questa splendida giornata di calcio.

«Siamo emozionati – ammette il tecnico del Moconesi – ma questa finale ce la siamo conquistata già dallo scorso anno con quella grande cavalcata che ci ha portati in Eccellenza. Stasera vivremo qualcosa di unico, qualcosa  che potrebbe rimanere negli annali e nella storia del calcio del Moconesi. Non sarà facile perché ci troveremo davanti una squadra che gioca bene, difficile da affrontare e che non capisco proprio come essere invischiata in quella zona di classifica. Dal canto nostro, noi stiamo bene quindi “rispetto di tutti ma paura di nessuno”: vogliamo giocarci la nostra partita perché abbiamo dimostrato anche domenica che ci siamo».

Indiscrezioni sulla formazione? «Abbiamo purtroppo qualche assenza – si sbottona Foppiano – ma sono certo che chi scenderà in campo darà tutto quello che può dare».