Finisci il 2017 in testa alla classifica, con una sola sconfitta in campionato, guardando tutti dall’alto e come inizi il 2017? Ancora meglio. E’ la storia, anzi la favola, del Molassana che nelle prime due gare del girone di ritorno ha inanellato due vittorie piene e rotonde: 3-0 alla Ronchese prima e 3-1 al San Desiderio poi. Quest’ultima in rimonta, per giunta.

«La verità è che nelle vacanze di Natale ci siamo allenati benissimo – ci confessa Corrado Schiazza, allenatore dei rossazzurri – Io dico sempre che come la squadra si allena durante la settimana, così si esprimerà alla domenica in campionato. Stiamo bene atleticamente, i ragazzi hanno voglia e sono rientrati anche tre pezzi importanti come Di Maria, Mazzarello e Romei. Questo ci ha permesso, pur perdendo Tabiolati, di guadagnare in solidità sebbene chi li aveva fin qui sostituiti, tirando la carretta fino ad ora, abbia fatto davvero grandi cose, ma non si può certo pretendere di caricare di una tale responsabilità un giovane».

«Proprio ieri sera – prosegue Schiazza – abbiamo analizzato con la squadra i prossimi impegni che ci attendono: prima il San Cipriano, poi l’ultima trasferta dell’anno a Spezia e infine il derby con il Baiardo, una partita che non è mai come tutte le altre e che avrà qualcosa in più perché sono stati l’unica squadra ad averci battuto nel girone d’andata. Se alla fine di queste tre gare il vantaggio sulla seconda sarà più o meno sempre lo stesso, allora potremmo crederci veramente. Sarà un mese chiave per le nostre ambizioni, anche perché in questo stesso periodo ci saranno incroci di calendario interessanti con l’Athletic che giocherà contro la Goliardica e poi contro il Little Club. Se anche loro vinceranno questi due scontri diretti, direi che la corsa potrebbe ridursi a un duello a due. Staremo a vedere. Ci tengo però a dire che qualsiasi cosa succeda da qui alla fine, possiamo già dire di aver fatto un grande campionato».