E’ notizia di qualche ora fa, ma sembra che il PALLARE voglia ritirare la squadra dal campionato di promozione a 5 giornate dalla fine più due incontri da recuperare. COSÌ MARCO PRESTIPINO

“Non è una boutade per fare scalpore, come ho già detto ad altre persone che mi hanno contattato non si può andare avanti così. Siamo ridotti ai minimi termini come uomini disponibili tra squalifiche e infortuni, non è colpa di nessuno e non è una punizione nei confronti di qualche d’uno è solo che non si può andare a giocare in 9 uomini.”

Decisione solo per i recuperi o anche per le restanti gare da disputare in campionato?
”Decisione irrevocabile, perchè se è vero che recupereremo gli squalificati è altresì reale che saremo sempre in 11 contati e questo non è possibile. Sono consapevole delle ripercussioni che subiremo in termini sportivi che sono la radiazione, ma purtroppo non possiamo fare diversivamente”

Avete formalizzato la decisione alla federazione ligure?
”No al momento abbiamo solo detto verbalmente quello che sono le nostre intenzioni. In settimana ci recheremo in federazione per formalizzare la nostra decisione cercando, con loro, la strada più giusta da intraprendere”

Queste le parole di Marco Prestipino presidente del PALLARE.
E’ giusto sottolineare che una decisione del genere falserebbe non poco l’esito di questo girone di promozione.