Anche questo campionato è terminato e ritengo doveroso dopo due anni fare dei pubblici ringraziamenti oltre che un bilancio della mia personale esperienza da allenatore:

In primis alla Società Pegli 2007, nelle persone di Alberto Cristoforoni e Gianluca Orsatti (rispettivamente Presidente e Vice-Presidente) per la fiducia riposta in me due anni fa.
Da semplice “giocatore” hanno scelto me per guidare la squadra nel difficile campionato di Terza Categoria; sarebbe stata la mia prima esperienza su una panchina di una squadra di Categoria in Federazione e quindi è stata una mossa coraggiosa da parte loro. Mi hanno lasciato lavorare sempre con massima libertà e serenità, la nostra realtà non chiedeva obbligatoriamente grossi risultati, ma penso che nel nostro piccolo siano comunque arrivati. Oltre a centrare l’obiettivo primario della Società che è sempre stato il divertimento ed il consolidamento e la sopravvivenza di un gruppo straordinario.
Li ringrazio ancora per l’importante opportunità che mi hanno concesso, ho lavorato duramente per poterli ripagare sufficentemente e spero di averlo fatto soprattutto a livello di risultati e di aggregazione di un gruppo che a Pegli è qualcosa di unico alle nostre latitudini.

Ecco parliamo del Gruppo Pegli.
Nessuno che non ci sia stato può capire di cosa sto parlando. Lo consiglio a tutti almeno un anno prima di chiudere la propria personale “carriera”. Un gruppo di ragazzi come quello che ho trovato al Pegli davvero è difficile incontrarlo. Sono stato accolto 5 anni fa come uno di famiglia, ragazzi che non mi avevano mai visto mi hanno subito fatto sentire “a casa”, nessuno ha mai pensato che potevo essere di troppo togliendogli automaticamente spazio. Tutti abbiamo sempre pensato insieme prima alla Squadra che al singolo, concetto che poi ho riportato ovviamente anche da allenatore. Ho trovato tanti amici, da coltivare anche al di fuori del campo, che mi sono stati vicini in conseguenza al grave infortunio ed infine nessuno ha sollevato dubbi quando sono passato da semplice compagno a loro “Mister”, anzi mi hanno subito regalato la loro fiducia e questa è stata da subito per me una vittoria prima ancora di iniziare ed una grande iniezione di forza.
Iniziata la mia avventura da allenatore ho trovato ragazzi che non si abbattono ai primi risultati negativi, che hanno voglia di allenarsi più di squadre maggiormente titolate e che perseguono diversi e più alti obiettivi, nonostante debbano pagare di tasca propria gli allenamenti o andare a correre più volte in strada per tenersi in forma e poter lottare sul campo come chiede il Mister…. ragazzi che venivano da altre discipline sportive senza aver mai provato a dare calci ad un pallone che vengono al campo in bicicletta e si impegnano e danno tutto per migliorarsi, risultando dopo mesi i più utilizzati…. ragazzi che guardano a casa dvd di come tiene la posizione in campo un determinato giocatore di Serie A perchè “Mister cosi poi riesco meglio a fare quello che mi chiedi” …. nessun problema mai per nessuno se il Mister per un periodo ha deciso o è stato costretto ad impiegarli in ruoli diversi e magari mai provati prima…. pochissime discussioni di chi giocava magari poco rispetto ad altri, pur essendo una Società economicamente autogestita e sappiamo tutti cosa vuol dire e cosa comporti…ragazzi che ascoltano sempre con interesse e provano a mettere in pratica sempre quello che il Mister gli sta chiedendo, pur con i limiti tecnici che si possono avere…. mi fermo qui ma gli esempi sono infiniti.
Mi hanno dato tantissimo sia a livello umano che sportivo, sia di crescita personale e “professionale”, sono stati due anni veramente durissimi perchè le difficoltà non sono di certo mancate, inimmaginabili per qualsiasi altra Società di qualunque Categoria, ma le abbiamo superate brillantemente tutti insieme e spero davvero di aver dato qualcosa anch’io indietro a loro, sia in termini di divertimento che di pura crescita personale che di risultati ottenuti sul campo.

I risultati parlano in questo senso. Immagino che vedendo le classifiche del Pegli qualche ragazzo “estraneo” alla situazione potrà sorridere nel leggere questo punto, ma per chi è un minimo “dentro alla situazione”, a chi ci ha affrontato in questi anni e sa di cosa stiamo parlando, non può sfuggire il fatto che sono state due stagioni dove i ragazzi hanno dato tutto e anche di più, raggiungendo risultati mai visti al Pegli2007.
Nonostante la riduzione del numero di squadre da 18 a 15, e la conseguente riduzione del numero di partite disponibili, con la contemporanea perdita di molti giocatori importanti delle stagioni precedenti, stiamo comunque parlando di due stagioni dove i ragazzi hanno ottenuto per due anni consecutivi il record di punti in Terza Categoria….quest anno addirittura record di piazzamento in classifica. Oltre a tutti gli altri record “minori” come il numero di vittorie consecutive, numero di partite non perse consecutivamente e totali a fine anno, numero di reti subite etc….Numeri
importanti che devono far sentire importanti questi ragazzi che li hanno raggiunti, che hanno dato tutto quello che potevano per raggiungerli e che rendono me orgoglioso del lavoro svolto con loro per raggiungere con loro questi obiettivi, nonostante ripeto le mille difficoltà incontrate.
Li ringrazio di cuore tutti uno per uno per l’impegno sempre profuso e per aver contribuito ognuno per quanto possibile al raggiungimento di questo “piccolo miracolo”…. spero siano felici anche loro di quanto fatto ed ottenuto.

Volevo infine ringraziare anche velocemente tutti gli avversari che abbiamo incontrato, perchè in tutti ho sempre visto massima correttezza e mai voglia di “deridere” i ragazzi, nonostante a volte si siano create le condizioni per farlo e nonostante a volte i risultati purtroppo siano stati anche “larghi”. Tutti hanno sempre giocato nella maniera più corretta possibile, come abbiamo sempre fatto noi con tutti, come deve essere.

Ringrazio velocemente anche gli sponsor che ci hanno aiutato e permesso quest’anno di divertirci a cominciare dal “Bar Abbeveranda” di Sestri Ponente che oltre all’aiuto economico ci ha procurato le magliette da allenamento, passando alla “clinica Dentistica Dentalmed” di Bolzaneto che ci ha procurato delle meravigliose nuove divise da gara, per arrivare alla cartoleria “Mai Dire Scuola” di Pegli che ha contribuito comprandoci le borse sociali, senza dimenticare la pizzeria “Rossopomodoro” della Marina di Sestri e il Mediterranee di Pegli e Bruzzone di Arenzano…. ognuno di loro ha dato una grande mano a questo gruppo per sopravvivere e Noi li ringraziamo pubblicamente.

Un ultimo ringraziamento ad alcune persone componenti o meno della rosa che hanno lavorato duramente con me in questi due anni per unire tutti i pezzi del puzzle….nomino loro anche a nome di tutti i ragazzi:
Roberto Costa, Roberto Grando, Emanuele Rivabella, Danilo Catalano, Corrado Zannon e Francesco Guarino (mio Padre).
Persone squisite che hanno avuto voglia di usare una parte del loro tempo libero per aiutare me ed il Pegli 2007 a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati.
Un gruppo veramente unito che oltre al resto ha supportato me sempre, anche nei momenti più duri. Grazie. Davvero.

Chiudo dicendo che i ragazzi del Pegli2007 meriterebbero di più, di avere una solidità economica che purtroppo dietro non hanno mai avuto, per liberarli almeno da questo peso e per consentire anche di conseguenza su tutti i fronti scelte diverse. Trovo che sia il primo fondamentale passo per ottenere anche risultati sempre migliori. Il nostro Presidente tiene moltissimo a Noi e alla Squadra e si è  sempre impegnato moltissimo per finanziare il più possibile e per cercare altri Sponsor che  possano venire in aiuto, ma purtroppo il “momento storico” è quello che è…. e gli sponsor scarseggiano già nelle categorie superiori, figuriamoci in Terza Categoria.
Questo lo capiamo ma l’impegno di tutti è comunque rivolto a trovarne altri e ripresentarci ai nastri di partenza del Campionato 2016/2017 perchè questo è l’obiettivo.
Spero vivamente che il Pegli 2007 ci riesca perchè sarebbe davvero un peccato.
Chiunque fosse interessato a fare parte del Progetto può contattarmi.
In ogni caso a livello di “decisioni tecniche” credo possa essere giunto il momento di chiudere il ciclo….se ci saranno altre “offerte” ovviamente le valuterò, altrimenti comunque non negherò mai un aiuto assieme agli altri ragazzi a questa splendida realtà che è stata, è e sarà il Pegli 2007.

Grazie Ancora e Buon riposo a tutti!
Lorenzo.