Dopo il Sindaco di Porto Venere, anche il presidente della provincia della Spezia Peracchini “scende in campo” al fianco della Fezzanese. Ecco la lettera inoltrata a LND e FIGC:

«Nell’attuale momento segnato dalla crisi sanitaria, economica e sociale derivante dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, anche il mondo dello sport ha vissuto un momento di grande difficoltà, difficoltà che oggi sono accentuate dalla definizione delle regole per la conclusione dei campionati.
Ora che le leghe professionistiche hanno trovato regole e modi per riavviare le competizioni per finalizzare la conclusione dei rispettivi campionati, si apprende che i campionati delle serie minori sarebbero invece destinati a concludersi non sul campo ma in sede d’ufficio.

Ho appreso che dalle riunioni del Consiglio Direttivo della Lnd, sia emersa la volontà di cristallizzare le classifiche al momento dell’interruzione del campionato. Ciò condannerebbe dunque alla retrocessione in Eccellenza la U.S. Fezzanese, squadra dilettantistica rappresentativa del Comune di Porto Venere che, insieme allo Spezia Calcio della Lega di serie B, costituiscono le eccellenze calcistiche della nostra Provincia.

La retrocessione per demeriti sul campo sarebbe la giusta conseguenza, ma decidere in sede d’ufficio di essere privati del diritto di combattere sul campo la conquista della permanenza in Serie D, non si può ritenere conclusione legittima.

Pertanto – unendomi all’analoga richiesta del Sindaco di Porto Venere – questa Amministrazione Provinciale oltre a esprime la propria vicinanza ed appoggio alla U.S. Fezzanese; sarà a fianco della stessa per la tutela ritenuta più opportuna, invitandoVi a non procedere secondo quanto prospettato nella precitata riunione del Consiglio Direttivo.

Distinti saluti
Il Presidente
Pierluigi Peracchini».

 

Torna alla HOME di Dilettantissimo