Davanti al pubblico delle grandi occasioni, al “Brin” di Cairo Montenotte, la capitale della val Bormida, il Rapallo cerca di difendere l’ottimo vantaggio maturato nel match di andata al “Macera”. Un 3-0 frutto di altrettanti reti nella ripresa, di Musico in avvio, Chella da pochi passi e l’eterno Johnny D’Asaro (dicembre 1979) di testa da posizione impossibile. Il clima sarà incandescente.

FINITA!!! Il Rapallo sovverte il pronostico ed è salvo, la Cairese sprofonda nell’inferno della Promozione dopo che i nuovi soci in società, entrati, avevano promesso una stagione di alto livello, una beffa atroce in casa gialloblù.

CAIRESE 1
RAPALLO 0
RETE: 93′ Sanci (rig.)
CAIRESE: Giribaldi, Manfredi, Bresci, Spozio, Prato, Nonnis, Torra, Salis, Realini, Sanci, Migliaccio. A disposizione: Stavros, Eretta, Pezzolato, Canaparo, Ferraro, Rosati, Monticelli. All. Giribone
RAPALLO: Gianrossi, Verrini, D’Asaro, Costa, Maucci, Criscuolo, Macaj, Chella, Musico, Di Dio, Niang. A disposizione: De Michiel, Della Cella, Lena, Di Fraia, Mishi M., Cella, Davico. All. Fresia

Fine primo tempo 0-0, il Rapallo, che era partito meglio con una sassata di Macaj, si difende con ordine ed è a un passo dalla permanenza in Eccellenza. Giribone ha rivoluzionato la formazione, mandando in panchina l’ex Borzoli Rosati ed inserendo Nonnis, assente al “Macera”, e Torra, più il baby Reatini (classe 1998).

<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <!-- Barra Home Classifiche Dinamico --> <ins class="adsbygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-5157180716173565" data-ad-slot="6536486539" data-ad-format="auto"></ins> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); </script>