La sconfitta era già maturata sul campo ma l’ultimo Comunicato Ufficiale ha reso ancor più amaro il ko rimediato sabato scorso dalla Praese, che non solo si è vista comminare lo 0-3 a tavolino contro la Cogornese, ma si è vista anche costretta ad incassare 300 euro di multa e soprattutto tre squalifiche, una delle quali molto pesante: due giornate di stop per Stefano Perego, una per Gianluca Lepri e due anni per Umberto Barletta, fermato dal Giudice Sportivo fino al 28 febbraio del 2021.

Il primo era già stato espulso nel corso della gara quando, al 3′ di recupero, l’arbitro estraeva il cartellino rosso anche per Lepri e a quel punto Barletta «si alzava dalla panchina, entrava indebitamente sul tdg e, presentandosi davanti al ddg con aria minacciosa, lo spingeva mettendogli entrambe le mani sul petto, così facendolo arretrare di alcuni passi e creandogli squilibrio – questa la ricostruzione dei fatti del Giudice Sportivo – Nel frangente suddetto, il ddg riusciva, tuttavia, a non cadere ed a notificare il provvedimento di espulsione al calciatore medesimo; subito dopo l’adozione del provvedimento disciplinare da parte del ddg, inaspettatamente, il citato calciatore, posizionato a poca distanza dal ddg medesimo, gli sferrava volontariamente un violento calcio nella parte posteriore della coscia destra all’altezza del gluteo, provocandogli un acuto dolore; il calciatore in questione veniva allora raggiunto da un proprio compagno di squadra, che lo allontanava, e pur tuttavia il BARLETTA continuava ad insultare ripetutamente il ddg, in atteggiamento intimidatorio; in conseguenza di quanto precede, il ddg, temendo fortemente per la propria incolumità, si vedeva costretto a sospendere definitivamente la gara, raggiungendo immediatamente il proprio spogliatoio; rientrato in sede, il ddg, poiché durante il viaggio il dolore era perdurato ed aumentato, si recava al Pronto Soccorso dell’ospedale cittadino, dove gli veniva refertato un “trauma contusivo del gluteo destro, in subìte percosse”, con una prognosi di giorni due s.c.».

Una brutta tegola insomma per la formazione che guida ormai dall’inizio del campionato la classifica del girone B della Prima Categoria, proprio alla vigilia di una sfida difficile come quella contro la Superba. All’andata finì 1-0, con la rete decisiva messa a segno da Morando a una manciata di minuti dal fischio finale.