E’ ancora invischiata nelle zone basse della classifica ma stasera, per una sera almeno, la Sestrese prova a non pensare alle sfortune del campionato, per concentrarsi al massimo sulla partita che potrebbe permettere ad Antonio Pandiscia e ai suoi ragazzi di aggiungere i loro nomi a quelli dei tanti che hanno fin qui fatto la storia quasi secolare della società verdestellata.

«E’ una gara molto importante – commenta il presidente Sebastiano Sciortino (nella foto sopra, insieme a Sergio Ghilino e al diesse Nino Bevilacqua) –  I ragazzi sono tranquilli, motivati al punto giusto ma sappiamo che sarà una partita difficile perché di mezzo ci sono mille motivazioni, per noi come per loro».

Sarà anche l’occasione perfetta per rialzare l’asticella di una stagione fin qui poco fortunata. «Noi giochiamo un buon calcio- prosegue Sciortino – ma qualche episodio sfortunato in passato ci ha costretti a subire una classifica piuttosto preoccupante. Io però sono fiducioso perchè vedo che i ragazzi ci sono e che sono sempre molto combattivi. Anzi, non li ho mai visti con questa fame e questa voglia. Stasera sarebbe importante fare bene. Ci teniamo molto, anche perché qualche anno fa abbiamo perso questa finale non giocando quasi e stasera vorremmo proprio rifarci».