Prendendo spunto da quello che è stato paventato da GRAVINA per quanto riguarda i campionati professionistici potremmo sbizzarrirci; CON VOI, per fantasticare su come terminare i tornei dilettantistici.
Ma cosa ha detto GRAVINA?

In sintesi il suo pensiero è il seguente:

  • Si riparte cercando di finire entro la fine di maggio assegnando regolarmente tutti i titoli
    (Per i dilettanti ci potrebbe essere l’opzione di finire entro la fine di giugno tranne che per il campionato di Eccellenza che deve i disputare i play off Nazionali per poter assegnare le 9 promozioni in Serie D tra le seconde classificate dei campionati di Eccellenza di tutta Italia)
  • Campionato non assegnato e si ricomincia la stagione seguente senza promozioni e retrocessioni con le stesse squadre nei medesimi campionati
  • Non si riescono a disputare tutte le partite in calendario.
    il campionato finisce con l’ultima giornata completata disputata assegnando i titoli e retrocessioni in base alle posizioni raggiunte fino a quel momento
  • Non si riescono a disputare tutte le partite in calendario.
    Si prende la classifica in base all’ultima giornata completa disputata e i titoli e le retrocessioni vengono stabilite disputando partite di Play Off e Play Out tra le squadre posizionate tra le prime posizioni (lotta per il titolo) e le squadre posizionate negli ultimi posti della classifica (Play Out per retrocedere)

Rimane da capire:

  • Quante squadre coinvolgere?
  • Assegnare una forbice di punti per poter partecipare a Play Off e Play Out? E se si di quanti punti?

Ad esempio:

  • finale tra Lazio e Juventus per lo scudetto
  • Play Off tra Inter, Atalanta, Roma e Napoli per determinare chi disputerà la Champions League e chi giocherà l’Europa League
  • Brescia retrocesso
  • Spal, Lecce, Genoa e Sampdoria a giocare i Play Out per determinare le altre due retrocessioni.

Cosa ne pensate?
Secondo voi potrebbe essere adattato ai campionati dilettantistici?