La rassegna stampa di oggi, sabato 25 aprile, Festa della Liberazione.

VARAZZE, CALCAGNO NON HA DUBBI: “IMPOSSIBILE CONTINUARE”

Ha rilasciato un’intervista a La Stampa di Savona il mister del Varazze protagonista, qualche giorno fa, anche della nostra rubrica “L’Uomo del giorno”. Il mister nerazzurro ha dichiarato che “non è possibile un protocollo medico, anche rimodulato, nei dilettanti”, sottolineando le difficoltà di igienizzazione degli spogliatoi e della presenza del personale medico. “Uno scritto di dieci pagine” prosegue il mister, “non potrà mai garantire la fiducia delle famiglie dei ragazzi del vivaio o dei singoli calciatori”. (La Stampa Savona, p.45)

SERIE A, LA PROPOSTA: “CLUB DI A REGALINO TAMPONI AI CITTADINI”

Sta prendendo campo la proposta di Gabriele Gravina, che prevede che ogni società comprerà 1000 tamponi ma ne pagherà il doppio, lasciandone altrettanti ai cittadini che ne hanno bisogno. Un’iniziativa che trova anche l’approvazione dell’AssoCalciatori, che ha più volte ribadito di non voler alimentare la sensazione di una classe, quella dei calciatori, costantemente privilegiata. Anche se tutta questa cautela non fa che rafforzarla. (Tuttosport, p.2).

ANCHE LA SERIE B PRONTA A RIPARTIRE

Potrebbe esserci ancora da discutere nei salotti di Telenord per Sara Ganapini e Tommaso Imperato, conduttori di Speciale Serie B, oggi ovviamente congelato. Tutte le società di B, ad eccezione del Perugia, sono infatti propense a riprendere e terminare il campionato. Il presidente della Lega B Balata, dopo l’incontro in videoconferenza con il ministro Spadafora, si è detto determinato a rispettare tutti i protocolli di sicurezza necessari per portare a termine la stagione. Per quanto riguarda le liguri, l’Entella è “al top nell’attuazione delle norme”, lo Spezia chiede play-off e play-out allargati. (Tuttosport, p.6)

REZZA (ISS): “CALCIO, NON ESISTE RISCHIO ZERO”

Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, è tornato sulla questione della ripresa dei campionati “Una decisione difficile da prendere”, dice Rezza, “Per questo sport non ci sono condizioni di rischio zero e in questo sport c’è contatto fisico”. Intanto le società di Serie A aspettano, e qualcuno già si informa sulla possibilità di eseguire tamponi in strutture private. I presidenti si dividono: per Lotito “il calcio ha una grandissima valenza sociale”, per Ferrero “chiedere ai calciatori di stare in albergo 30 giorni isolati dalle famiglie è una proposta un po’ bislacca”. (La Gazzetta dello Sport, p.18)

FRANCIA, SI TEME PER SAMBIA: IL 23ENNE IN TERAPIA INTENSIVA

Notizie poco confortanti arrivano dalla Ligue 1, dove il centrocampista del Montpellier Junior Sambia è stato ricoverato in terapia intensiva. Proprio mentre la Lega francese formalizzava il piano di ripresa del campionato, Sambia, primo calciatore francese contagiato dal CoVid 19, è finito in coma farmacologico al trentacinquesimo giorno di confinamento. Un caso che di fatto “dimostra anche la fragilità dei ritiri ad oltranza che i club di Ligue 1 prevedono di adottare per evitare contaminazioni” (La Gazzetta dello Sport, p.19)

Questa era la rassegna stampa di oggi. Buon 25 aprile a tutti!

Seguici sui social! Troverai tanti sondaggi anche sui nostri portali! Siamo su Instagram (@dilettantissimo_official), Facebook (Dilettantissimo) Twitter (@Dilettantissimo), oltre al canale Youtube (Dilettantissimo) dove potrai trovare le puntate di Dilettantissimo, Dilettantissimo EXTRA, Serie B, gli highlights, le interviste e tutti i nostri contenuti multimediali! Torna alla HOME.

Iscriviti al nuovo canale Telegram di Dilettantissimo (@DilettantissimoTV)!