La rassegna stampa di oggi, giovedì 7 maggio 2020: Conte scende in campo…

CALCIO, IL PREMIER CONTE SCENDE IN CAMPO

Il premier Giuseppe Conte affronterà personalmente la questione della ripartenza del calcio italiano. “È giusto – dice il presidente del consiglio – che tutti gli stakeholders del calcio e dello sport abbiano un confronto col Governo ai massimi livelli. Per fare il punto, raccoglieremo le istanze della Federcalcio e delle altre federazioni”. L’impressione, in realtà, è che l’ingresso in campo di Conte serva per “arbitrare” la questione tra Spadafora e i club di Serie A, impazienti di risposte che in questo momento il ministro non sa e non può dare, come ha ribadito ieri nel question time in Parlamento. E sulla questione è intervenuto anche l’ex presidente FIGC Giancarlo Abete: “Se non ci dovesse essere la possibilità di ripartire bisognerà intervenire in maniera mirata sugli assetti dei campionati. Non c’è oggi una norma che consenta alla Federazione di intervenire su promozioni e retrocessioni”. (Il Fatto Quotidiano, La Gazzetta dello Sport p.8) 

SERIE D, RIPARTONO GLI ALLENAMENTI!

Nella nostra quarta serie non mancano gli esempi di squadre che, rispettando i vincoli del decreto, hanno deciso di riprendere allenamenti individuali presso i propri impianti sportivi. Tra questi, gli esempi più illustri sono quelli di Grosseto e Palermo, nobili decadute dei massimi campionati. Restano assolutamente vietati gli allenamenti di squadra e la doccia negli spogliatoi. E difficilmente il campionato di Serie D riprenderà. Ma è un primo spiraglio di normalità. (La Gazzetta dello Sport, GrossetoSport)

LEGA PRO, OGGI LO STOP. SCONTRO SULLE PROMOZIONI

È prevista per oggi l’assemblea che potrebbe mettere la parola fine ai campionati di Lega Pro. La maggior parte dei club, infatti, non vuole giocare, ed è probabile che sarà questo il destino del nostro terzo livello. Sarà più difficile stabilire invece i criteri i promozione e retrocessione: sulla questione diversi club si sono già scontrati. Promuovere la quarta attraverso sorteggio è una soluzione che non piace, tra le altre, a Bari, Reggiana e Carpi. Queste ultime due avrebbero diritto a un posto in B seguendo altri criteri: la media punti e la miglior seconda (La Gazzetta dello Sport, p.21)

CANCIANI: “SPERIAMO DI RIPARTIRE A SETTEMBRE”

Il presidente della Figc friulana Ermes Canciani si accoda alle parole di qualche giorno fa del presidente piemontese Mossino,  rivolgendo il suo impegno sulla ripartenza dopo l’estate. “I dati sulla diffusione del virus di questi ultimi giorni sono incoraggianti, ma di certezze ne abbiamo poche. Per la ripresa bisogna tener conto del protocollo predisposto dal Coni per tutte le attività sportive, un tomo di 440 pagine che indica nel calcio, rugby e basket le più pericolose. Di qui le difficoltà a ipotizzare tempi certi per la ripresa nel contesto dilettantistico, che auspichiamo possa avvenire in settembre o ottobre. Quando ripartiremo lo faremo comunque con ancora maggiore entusiasmo”. (Il Messaggero Veneto)

Questa era la rassegna stampa di oggi, giovedì 7 maggio 2020.

TORNA ALLA HOME