La rassegna stampa a cura di Dilettantissimo – «OGGI CONSIGLIO FEDERALE: ANCHE I DILETTANTI ASPETTANO I VERDETTI»

 

Genova – I dilettanti aspettano il verdetto della Figc, tra dubbi sportivi e timori economici

Oggi è il giorno dell’ufficializzazione dei verdetti dalla Serie D in giù. Il Consiglio Federale della Figc dovrebbe infatti ratificare la proposta della Lega Nazionale Dilettanti di cristallizzare le classifiche al 23 febbraio con premiazione del merito (promozione delle capolista) e e penalizzazione del demerito (retrocessione delle ultime). Su quest’ultimo punto non mancano naturalmente le contestazioni, con richiesta di sospensione delle retrocessioni e riforma con allargamento dei format, a partire proprio dalla Serie D dalla quale dovrebbero scendere per tre squadre liguri: Ligorna, Vado e Fezzanese.

Una caduta che impatterebbe in maniera rilevante sull’unico girone di Eccellenza che, salvo la promozione dell’Imperia e quella possibile del Sestri Levante come migliore seconda, dovrebbe anche mettere conto gli arrivi dalla Promozione di Sestrese e Cadimare.

Di qui, il timore per le squadre che occupano le ultime posizioni, in particolare il Molassana.

Nell’attesa di conoscere il proprio destino, alcune società hanno cominciato a muoversi. Anche se per il momento, si tratta soprattutto di separazioni: Gianni Baldi e Baiardo, Marco Corrado e Genova Calcio… Un addio, quest’ultimo, giustificato da problemi logistici come ha sottolineato il presidente Marco Vacca: «Il momento è questo, e i problemi sono sotto gli occhi di tutti. Noi, come società, non ci siamo mai fermati neppure durante il lockdown, periodo che abbiamo sfruttato per scambiarci ogni sera idee e progetti in vista della prossima stagione agonistica. Una ripresa dell’attività che si annuncia piena di problemi economici e di gestione prima ancora che sportivi. Abbiamo impianti da riaprire, centinaia di tesserati giovani e giovanissimi ai quali dobbiamo garantire la salute innanzitutto. E per farlo ci sono oneri anche legali da affrontare, con risorse economiche falcidiate. La gestione sportiva è quella che ci preoccupa meno».

Pensiero condivido dal presidente del Molassana Giovanni Franini, che pure dovrà cercare un nuovo allenatore: ricordiamo, in chiave genovese, anche il ritorno sul mercato di veterani della panchina come Giuseppe Maisano, dopo la separazione con la Cairese, e Stefano Fresia dopo l’addio al Rapallo Rivarolese. (Piero Ottonello, Il Secolo XIX, pag. 29)

 

Dilettanti, i verdetti – anche gli occhi dei dilettanti sul Consiglio Federale di oggi

L’appuntamento di oggi nel Consiglio Federale, che interessa soprattutto le “big” del calcio italiano, in realtà viene atteso con ansia da tutto il calcio, compreso naturalmente quello dilettantistico. Per esempio, la cristallizzazione delle classifiche al momento della definitiva interruzione del campionato di Serie D che prevede, per ognuno dei nove gironi, la promozione in C delle prime classificate e la retrocessione in Eccellenza delle ultime quattro: sulle proposte formulate dal Consiglio Direttivo dalla LND, si esprime oggi il Consiglio Federale della Figc nella riunione che, a partire da mezzogiorno tratterà anche quello delle competizioni ufficiali dell’attuale stagione sportiva, con l’adozione di provvedimenti conseguenti. 

Arrivasse la ratifica, Lucchese, Pro Sestro, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto, e Palermo salirebbero in C, mentre 36 squadre si ritroverebbero in Eccellenza (molte delle quali pronte a presentare ricorso). Riguardo invece l’attività regionale la LND riceverà la delega richiesta per l’adozione dei criteri con i quale stabilire, fra gli altri, i verdetti nei campionati dall’Eccellenza alla Terza Categoria, dove verranno promosse tutte le prime classificate: l’ufficialità arriverà dal Consiglio Direttivo convocato giovedì a Roma. Dall’Eccellenza saliranno le 28 capolista più ulteriori 8 squadre tra le seconde, attraverso un’apposita graduatoria di ripescaggio. (Corriere dello Sport, pag. 31)

Dilettanti – Impiego fuori quota: giovedì la decisione

È attesa per giovedì la pronuncia ufficiale del Consiglio di Lega sull’impiego dei giovani nei campionati dilettantistici nella prossima stagione calcistica: dopo aver deliberato le annate (classe 2001 e 2002), è probabile che il numero indicato sarà di due ragazzi, uno classe 2001 e uno classe 2002, con facoltà per i singoli Comitati di aumentarlo sino a quattro. Da precedenti colloqui tra comitati regionali, è emerso che la maggior parte delle società di Eccellenza è favorevole ai quattro giovani, mentre tra le società di Promozione la maggioranza opta per l’impiego di tre giovani. (R.R., TuttoSport, pag. 26)

Dilettanti – L’intervista: la coerenza di Sibilia, presidente dei Dilettanti: «No alle marce indietro. E il calcio va cambiato»

Le parole del numero uno dei Dilettanti, Cosimo Sibilia: «Ci difenderemo, non c’è dubbio. Manteniamo la linea della coerenza assoluta. Nel consiglio precedente abbiamo stabilito come comportarci nell’emergenza, sono state varate regole e io ho votato a favore. Ho applicato l’agenda che ne è uscita ai dilettanti, fermando i campionati e indicando le squadre promosse e quelle retrocesse».

Suscitando, però, proteste e sollevazioni – «Tutto legittimo, per carità. Però qualcuno deve prendere decisioni, e noi lo abbiamo fatto attraverso il consiglio direttivo, una struttura radicata sul territorio su proposta del dipartimento interregionale. Non è che Sibilia si è alzato e ha fatto da solo. Come al solito comunque, la Lega Dilettanti sarà coerente e conseguente. Poi c’è chi va a Roma e si veste in un modo, va a Milano e si veste in un altro. Noi siamo noi».

Alla domanda “Com’è saltata fuori la trovata del blocco delle retrocessioni?”, Sibilia risponde: «Per favore, parliamo d’altro. Ad esempio del sistema da cambiare, delle riforme da portare avanti. È chiaro che la Serie A ha i suoi problemi. A maggior ragione bisogna spingere perché il moto riformatorio continui». Da dove ricominciare? – «Prima di tutto, ripartire. Su questo mi sembra sia stata effettuata una scelta chiara. Bisogna attenersi, ripeto, a quanto uscito dall’ultimo consiglio federale. Dopodiché sentiamo quello che ci propongono i personaggi che suggeriscono alternative. Su questa base giudicheremo» […]. (Marco Evangelisti, Corriere dello Sport, pag. 3)

 

Resa dei conti in Figc – La Serie A proverà a far approvare il blocco delle retrocessioni, ma tutte le altre componenti sono contrarie

Il Consiglio Federale è convocato per le ore 12: la Figc dovrà uscirne con le indicazioni definitive per la ripresa dell’attività agonistica con i criteri per determinare le qualificazioni europee nel caso in cui la stagione dovesse, malauguratamente, interrompersi ancora. Su questo punto andrà in scena il duello tra resto del consiglio federale e i tre rappresentanti della Lega Serie A che dovranno difendere la delibera approvata venerdì che prevede la cancellazione delle retrocessioni se non fossero ancora aritmetiche in caso di stop, con qualche club di A che vorrebbe limitare questa ipotesi solo alla terza classificata.

Ma, considerati gli “effetti a cascata” sugli altri campionati, né una nè l’altra soluzione riuscirà ad avere la maggioranza. Anzi: è più probabile che a votarla, su 21 componenti, siano proprio i tre rappresentanti di Lega A. Non la B certamente, con il presidente Balata infuriato; non la C, che si è vista bloccare una proposta del genere; e neppure i Dilettanti, che le retrocessioni le hanno approvate a costo di malumori diffusi; neppure allenatori e giocatori, che ovviamente non possono accettare discriminazioni tra colleghi; e neanche gli arbitri, che seguono un profilo istituzionale. 

Da chi è composto il Consiglio Federale?
  • Serie A – Paolo Dal Pino (presidente), Claudio Lotito, Giuseppe Marotta
  • Serie B – Mauro Balata (presidente)
  • Lega Pro – Francesco Ghirelli (presidente)
  • Lega Nazionale Dilettanti – Cosimo Sibilia (presidente), Andrea Montemurro, Stella Frascà (Consiglieri Nazionali), Giuseppe Baretti (Consigliere Area Nord), Francesco Franchi (Consigliere Area Centro), Maria Rita Acciardi (Consigliere Area Sud.
  • AssoCalciatori – Damiano Tommasi (presidente), Umberto Calcagno, Sara Gama, Gianluca Zambrotta
  • Associazione Allenatori – Mario Beretta, Zoi Gloria Giatras
  • Associazione Arbitri – Marcello Nicchi (presidente)

(Stefano Salandin, TuttoSport, pag. 19)

 

 

Torna alla HOME di Dilettantissimo

Rassegna stampa a cura di Dilettantissimo – «OGGI CONSIGLIO FEDERALE: ANCHE I DILETTANTI ASPETTANO I VERDETTI»